Pubblicità

Sessuologia (1663)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 64 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Federico, 21 anni

Salve sono un ragazzo di 21 anni e da poco ho avuto la mia prima esperienza sessuale, però devo dire che è stata molto problematica per diversi aspetti. Prima cosa, ok l'imbarazzo delle prime volte. Seconda cosa, lei non era la mia ragazza ma una mia amica molto intima. Terza cosa, non so come mai ma abbiamo provato a farlo tre volte e tutte e tre non siamo riusciti a portare a termine il rapporto! Mi spiego meglio, all'inizio nei preliminari, nonostante nè io nè lei magari ci fossimo lasciati andare proprio completamente, comunque raggiungevo una buona eccitazione ed erezione, poi al momento di iniziare il rapporto vero e proprio ecco il tragico flop. Dopo un po' di tentativi le cose sono un po' migliorate ma il problema rimaneva sempre, a un certo punto del rapporto in corso sento una perdita di erezione, il chè non è affatto piacevole e purtroppo da solo non riesco a spiegarmelo, in pratica mi cala l'eccitazione e mi sembra di non sentire più niente. Ho provato diverse marche di preservativi ma mentre lo facciamo me lo sento quasi insensibile, provo poco piacere e quindi non sentendo quasi niente mi si ammoscia purtroppo. Di conseguenza ho iniziato a dormire male la notte e a non essere più tranquillo, ripensando continuamente alla mia mancata virilità che mi ha fatto vergognare parecchio. Vorrei sapere se questa mia mancanza di stimoli al momento dell'atto è un problema mio, suo o di entrambi.
Per adesso abbiamo deciso di prenderci una pausa per capire il problema, per questo mi sono rivolto a voi. Vorrei sapere inoltre se la causa può essere il freno che sento in lei, che non riesce a lasciarsi andare complemtamente, oppure se anche io ho dei freni da qualche parte. Inoltre ho anche un altro problema, durante la masturbazione mi capita spesso di non eccitarmi e quindi devo ricorrere a stimolazioni come immagini e film erotici, può essere anche questa la causa che mi impedisce di avere una erezione buona e duratura in un rapporto vero? Premetto che non penso di avere problemi di natura fisiologica poichè al mattino mi sveglio quasi sempre con delle vigorose erezioni.
Vi ringrazio molto per il tempo che mi avete dedicato e spero vivamente che possiate darmi qualche consiglio utile per superare il mio problema. Grazie mille davvero.

Gentile federico, premesso che i primi rapporti sono sempre contraddistinti da imbarazzo ed agitazione e quindi poco felici per entrambi, io direi che le cause di questo suo problema possono essere molteplici, ma risolvibili vista la sua giovane eta'.
Il problema riguarda entrambi e prendersi una pausa sicuramente vi aiuta per evitare di ingigantire la cosa.
Il fatto di svegliarsi con una buona erezione al mattino non e' indicativo, le consiglio quindi una visita andrologica per tutti gli accertamenti del caso e per discutere anche di tutti i dubbi al riguardo e capire la natura del vostro problema. In bocca al lupo.

( risponde la dott.ssa Benedetta Mattei )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Depressione (1557401609185)

Victoria, 22 Mi sveglio già stanca, da troppo tempo ormai, quasi da sempre. Mio padre è tornato a casa ieri sera, ha iniziato a sistemare la spesa in cucina ...

Ipocondria (1556980274713)

 Kiki, 30 Salve,Avrei bisogno di un consulto riguardo una persona a me molto vicina e molto cara, la quale soffre di ipocondria. Fortunatamente non ha...

Coppia terapeutica (1556664446…

Giulia, 40     Salve, sono bipolare borderline seguita da oltre 20 anni da psichiatri e psicoterapeuti. Vorrei sottoporre alla vostra attenzion...

Area Professionale

Articolo 17 - il Codice Deonto…

Anche questa settimana proseguiamo su Psiconline.it, con l'art.17 (segreto professionale e tutela della Privacy), il lavoro di analisi e commento, a cura d...

Articolo 16 - il Codice Deonto…

Su Psiconline.it proseguiamo, con il commento all'art.16 (comunicazioni scientifiche e anonimato), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini ch...

Articolo 15 - il Codice Deonto…

proseguiamo su Psiconline.it, con il commento all'art.15 (Collaborazioni con altri professionisti), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini c...

Le parole della Psicologia

Disturbo schizotipico di perso…

Disturbo di personalità  caratterizzato da  isolamento sociale, comportamento insolito e bizzarro,  “stranezze del pensiero.” Il Disturbo schizo...

Negazione

La negazione è un meccanismo di difesa. Fu descritto per la prima volta nel 1895 da Sigmund Freud nei suoi Studi sull’isteria. ...

Fobie

Nel DSM-IV la fobia specifica è definita come la "paura marcata e persistente, eccessiva o irragionevole, provocata dalla presenza o dall'attesa di un oggetto o...

News Letters

0
condivisioni