Pubblicità

Sessuologia (2007-01-31)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 35 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Daniela 29

Salve, io e mio marito abbiamo vissuto un periodo di grande tensione fra noi, anche durante questo periodo però il sesso era sempre andato bene ma adesso sono già tre volte che lui non riesce ad avere un'erezione, cioè la prima volta non sappiamo perchè è successo, le due seguenti però secondo noi gran parte della colpa va attribuita al suo estremo stato di ansia, di paura che possa succedre di nuovo, che lo porta a sudare freddo letteralmente. Nonostante il mio aiuto e le mie rassicurazioni lui nn riesce a non pensare che potrebbe andare male, come poi regolarmente va. come posso aiutarlo?

Cara Daniela per il momento sarebbe importante sospendere ogni tentativo di avere rapporti sessuali completi, è necessario sollevare suo marito dalla responsabilità di un'erezione ad ogni costo. L'orgasmo lo potete raggiungere dedicandovi ad altro che non sia la penetrazione. E' possibile che prima che si verificasse il primo episodio d'impotenza ci sia stato un cambiamento nelle erezioni spontanee mattutine. Qualora suo marito avesse notato la mancanza di queste o una loro modificazione dovreste consultare un andrologo, comunque degli accertamenti sarebbero importanti per escludere la natura organica del problema. Ad esito negativo delle ricerche il passo successivo è rivolgersi ad un sessuologo.

(risponde la Dott.ssa Maria Assunta Consalvi)

 

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Ortoressia

L'ortoressia (dal greco orthos "corretto" e orexis "appetito") è una forma di attenzione abnorme alle regole alimentari, alla scelta del cibo e alle sue caratte...

Schizofasia

Profonda disgregazione del linguaggio che è sostituito da un’accozzaglia di parole o insalata di parole prive di un qualsiasi significato. Questo disturbo ling...

Amaxofobia

L'amaxofobia è il rifiuto di origine irrazionale a condurre un determinato mezzo di trasporto. Può essere dovuta, per esempio, al coinvolgimento diretto o di p...

News Letters

0
condivisioni