Pubblicità

Sessuologia (2007-01-31)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 270 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Daniela 29

Salve, io e mio marito abbiamo vissuto un periodo di grande tensione fra noi, anche durante questo periodo però il sesso era sempre andato bene ma adesso sono già tre volte che lui non riesce ad avere un'erezione, cioè la prima volta non sappiamo perchè è successo, le due seguenti però secondo noi gran parte della colpa va attribuita al suo estremo stato di ansia, di paura che possa succedre di nuovo, che lo porta a sudare freddo letteralmente. Nonostante il mio aiuto e le mie rassicurazioni lui nn riesce a non pensare che potrebbe andare male, come poi regolarmente va. come posso aiutarlo?

Cara Daniela per il momento sarebbe importante sospendere ogni tentativo di avere rapporti sessuali completi, è necessario sollevare suo marito dalla responsabilità di un'erezione ad ogni costo. L'orgasmo lo potete raggiungere dedicandovi ad altro che non sia la penetrazione. E' possibile che prima che si verificasse il primo episodio d'impotenza ci sia stato un cambiamento nelle erezioni spontanee mattutine. Qualora suo marito avesse notato la mancanza di queste o una loro modificazione dovreste consultare un andrologo, comunque degli accertamenti sarebbero importanti per escludere la natura organica del problema. Ad esito negativo delle ricerche il passo successivo è rivolgersi ad un sessuologo.

(risponde la Dott.ssa Maria Assunta Consalvi)

 

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Pensiero ossessivo (1624140870…

Fabio, 34 anni     Gentile Dottoressa/Dottore! Mi chiamo Fabio e 5 anni fà ho commesso un errore di tipo erotico.Ho cominciato a scambiare dei...

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Pedofilia

  Con il termine pedofilia si intende un disturbo della sessualità di tipo parafilico, caratterizzato da intensi e ricorrenti impulsi o fantasie sessuali ...

Istinto

Il termine istinto, come indica l'etimologia stessa (il termine latino “instinctus”, deriva da instinguere, incitare), è usato nel linguaggio ordinario per indi...

Emetofobia

Dal greco emein che significa "un atto o un'istanza di vomito" e fobia, ovvero "un esagerato solito inspiegabile e illogico timore di un particolare oggetto,&nb...

News Letters

0
condivisioni