Pubblicità

Sessuologia (2011-03-15)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 44 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Marianna 20

Salve, mi chiamo Marianna e avrei bisogno del parere di un esperto. Ho 20 anni e sinceramente non mi vergogno a dire di essere ancora vergine... o lo ero... perchè ieri sera ero con il mio fidanzato a casa e abbiamo deciso di farlo. E' possibile che con una sola penetrazione possa essersi rotto l'imene? E' penetrato solo una volta, ma faceva male; quando, poi, sono andata in bagno perdevo del sangue; poco, ma lo perdevo. Vorrei sapere se è possibile che si si verificata rottuta dell'imene. Grazie mille.

 Cara Marianna, non devi vergognarti ad esser vergine a 20 anni poichè il primo rapporto, secondo il mio modesto parere, lo dobbiamo fare con la persona amata e con la quale abbiamo complicità e obbiettivi da raggiungere insieme. L'imene può essersi rotto con la sola prima penetrazione come può anche essere elastico e quindi lacerarsi con il tempo. La perdita di sangue fà supporre che si sia rotto, ma una domanda sorge spontanea: "li avete fatti i preliminari? La lubrificazione vaginale è avvenuta?" Il forte dolore fa supporre di no, quindi la prossima volta, prima della penetrazione fate giochi erotici preliminari in modo da avere un lubrificazione sufficente per la penetrazione che non deve essere violenta, ma dolce. Auguri

 

(Risponde il Dott. Sergio Pugelli)

Pubblicato in data 15/03/2011
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di Sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Complesso di Edipo

Il nome deriva dalla leggenda di Edipo, re di Tebe, che, inconsapevolmente, uccide il padre Laio e sposa la madre Giocasta. Nella teoria psicoanalitica, indica...

Limerence (o ultrattaccamento)…

È uno stato cognitivo ed emotivo caratterizzato da intenso desiderio per un'altra persona. Il concetto di Limerence (in italiano ultrattaccamento) è stato elab...

Istinto

Il termine istinto, come indica l'etimologia stessa (il termine latino “instinctus”, deriva da instinguere, incitare), è usato nel linguaggio ordinario per indi...

News Letters

0
condivisioni