Pubblicità

sessuologia (47678)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 49 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Giovanna, 26anni (25.1.2002)

Volevo chiarirmi una cosa che mi è accaduta con un uomo con cui ho una relazione. Premetto che ritengo abbia tendenze schizofreniche nel senso che con una certa freddezza tende a separare in parti non comunicanti i diversi ambiti affettivi della sua vita (un po' per quieto vivere un po' per mancanza di capacità di gestione dell'emotività).In periodi di forte stress soffre di attacchi di panico.Fa, e ha sicuramente fatto nel passato, una vita disordinata e contraddittoria anche a livello sessuale.Nel periodo in cui l'ho conosciuto dava l'impressione di un uomo infelice che si stupisce, o si arrabbia, quando le persone con cui vive, lavora o ha delle relazioni affettive gli fanno notare che si comporta in modo poco corretto e poco coerente.La domanda che volevo porre è la seguente:E' normale che un uomo maturo (35 anni) abbia un orgasmo solamente abbracciando e "accarezzando" una donna senza stimolare direttamente l'organo sessuale?Vorrei sapere se questo fa parte di una sessualità "normale", che in certi momenti, stati d'animo, eccitazione, può portare a questo tipo di reazione, o se si tratta di eventi particolari, che possono essere collegati a uno stato di squilibrio mentale della persona.

Cara Giovanna, dalla lettera che ci ha scritto, mi sembra evidenet al paura della malattia mentale, è come se lei avesse in qualche modo chiesto di avere dei parametri all'interno dei quali incasellare un soggetto sano o malato. Ma non è sempre così facile, e oltretutto sarebbe riduttivo. Rispetto all'orgasmo, non ci sono regole su come quando e in che modo una persona può avere un orgasmo, ne il modo in cui questo accade è indicativo di questa o quella patologia. Certamente mi sembra spaventata da questa persona, forse dovrebbe un po' riflettere sui questo.

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ansia di perdere i propri cari…

Rita, 22     Salve, parlo a nome del mio fidanzato che non sa che sto scrivendo qui. ...

Madre (1540532640215)

Giusi, 60     Non riusciamo a relazionarci con nostro figlio di 31 anni. ...

Senso di colpa di per aver det…

Delia, 36     Mio figlio di tre anni e mezzo, sta avendo difficoltà ad ambientarsi alla scuola materna. ...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Imprinting

L'imprinting è una forma di apprendimento precoce secondo la quale i neonati, nel periodo immediatamente successivo alla nascita, vengono condizionati dal primo...

Sindrome di Cotard

E’ una sindrome delirante che porta la persona a credere di essere morta, di non esistere più oppure di aver perso tutti gli organi interni. Jules Cotard, un n...

Paura

La paura è quell’emozione primaria di difesa, consistente in un senso di insicurezza, di smarrimento e di ansia, di fronte ad un pericolo reale o immaginario, o...

News Letters

0
condivisioni