Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

sessuologia (48848)

on . Postato in Sessualità | Letto 14 volte

Fabio,28anni (22.2.2002)

Buongiorno. Io ho un problema con la mia fidanzata, che sta mettendo in crisi il nostro rapporto. Stiamo insieme da un anno e mezzo circa e conviviamo da un anno scarso. Io ho 28 anni, studio ingegneria (mi manca un esame alla laurea), lavoro in uno studio di architettura. La mia fidanzata lavora come ricamatrice industriale su tute automobilistiche.
Il problema è che facciamo poco sesso. Questo, naturalmente, solo per me, perchè per lei la nostra vita sessuale è soddisfacente. Il mio problema è che non mi sento desiderato; tutte le sere andiamo a letto e lei si addormenta in un batter d'occhio, mentre io rimango sveglio, desiderandola e sentendomi frustrato. Naturalmente ogni tanto le comunico il mio desiderio di lei, ma lei si rifugia nella giustificazione che è stanca ed io rinuncio al mio attacco......Devo dire che quando facciamo l'amore è di "ottima qualità" ed entrambi stiamo bene, raggiungendo l'orgasmo.Quando io le faccio l'osservazione che mi desidera poco, lei risponde che per lei il sesso non è così importante e potrebbe stare settimane senza sentire la necessità e la voglia di farlo, mentre osserva il fatto che per me è troppo importante. Allora ho provato a non manifestarle più il mio desiderio per qualche giorno e dopo una settimana circa mi ha rimproverato di sentirmi distante e di sentirsi non desiderata.A questo punto il mio dilemma è: è lei che è troppo occupata dal lavoro, dalla casa, dagli amici e pensa troppo poco al sesso finendo per scordarsi quanto è bello, oppure sono io che ho solo questo canale per sentirmi amato e desiderato?
Grazie in anticipo per il vostro aiuto

Caro Fabio (28 anni) Come si fa , alla tua età, a conciliare le diverse aspettative (maschio/femmina) verso il sesso praticato? Sembra che l'opportunità ,data dalla convivenza, crei in te aspettative molto maggiori ( i maschi sono disponibili sempre) di quelle di lei (che però si lamenta se non si sente desiderata e ti "adegui" alla sua non-voglia di praticarlo, pur essendo bello e soddisfaciente per entrambi. Un trucco potrebbe essere quello di incominciare a farle la corte di mattina, appena svegli. Poi continuare tutto il giorno ( sorprese, messaggini, omaggi floreali, pensieri carini...) in modo di arrivare alla sera che lei non aspetta altro... che essere presa fra le tue braccia! Non facile, ma non impossibile. Ricorda che i maschi vengono da Marte, e le donne da Venere. Una buona intesa fra le diverse aspettative dei due generi la trovi anche su un bel libretto dei coniugi A. e B. PEASE, "Perché le donne... e gli uomini..." Ed. Sonzogno, Milano, 2001 ) . Buona lettura. Ci risentiamo dopo.

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi delle Tecniche di Rilassamento e della Meditazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

manie e compulsioni (151195457…

Carolina, 50     Buongiorno, mio marito soffre di depressione per cui prende già dei farmaci ma soffre secondo me anche di ossessioni. ...

Aiuto consiglio (1512841413383…

Francesco, 30     Salve. Non questa estate appena passata ma la scorsa sono stato ricoverato in psichiatria con la forza senza il mio consenso. ...

Ansia e derealizzazione (1511…

LukasV, 25     Salve, sto passando un periodo difficile in cui c'è di mezzo una sentenza (tra pochi giorni) per il futuro dell'affidamento di mio...

Area Professionale

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

La psicologia incontra l'arte …

Ancora una volta la psicologia scende fra la gente e si preoccupa del benessere e della bellezza. Ancora una volta gli psicologi dimostrano una grande capacità ...

Le parole della Psicologia

Anorgasmia

Con il termine “anorgasmia” si fa riferimento alla mancanza e/o assenza di orgasmo, intesa come difficoltà o incapacità a raggiungere l'orgasmo.  Il termi...

Agnosia

L'agnosia (dal greco a-gnosis, "non conoscere") è un disturbo della percezione caratterizzato dal mancato riconoscimento di oggetti, persone, suoni, form...

Ipnosi

Particolare stato psichico, attraverso il quale è possibile accedere alla dimensione inconscia ed emotiva dell’individuo, concedendo al singolo l'apertura della...

News Letters