Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

sessuologia (49145)

on . Postato in Sessualità | Letto 15 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Alessandro , 22anni (27.2.2002)

Salve dottore, sono un ragazzo di 22 anni, e vorrei descrivere un mio problema che ritengo sia diventato abbastanza angosciante. Mi voglio riferire al fatto che nel momento in cui ho rapporti sessuali con la mia ragazza, molto spesso mi succede che raggiungo l'orgasmo prima del dovuto. Il problema sta nel fatto che il grado di eccitamento che provo durante i preliminari è altissimo, e quando comincia la penetrazione avverto una forte sensibilità provocando un coito non voluto. Il problema non credo che sia da attribuire al fatto che i preliminari mettono a repentaglio le mie prestazioni, favorendo un maggior veloce amplesso, perchè succede anche quando questi ultimi (i preliminari intendo) vengono saltati. La situazione diventa incresciosa, come può ben capire, e nn riesco a capire se è più un problema psicologico oppure fisico. Ho provato a nn pensare a questa situazione durante l'amplesso, ho provato a stare il + rilassato possibile, ma i risultati sono pressoché nulli. Adesso, ho pensato di chiedere spiegazioni in giro, perchè vorrei risolvere questo problema che ritengo di primaria importanza. Confido quindi in tutta la sia professionalità e ringrazio anticipatamente per il servizio e l'attenzione offertami.
Cordiali Saluti

Caro Alessandro prima di tutto ti consiglio di consultare un andrologo per capire se la sensibilità che riferisci può dipendere da un disturbo organico. Se da questa prima visita risulta tutto regolare devi seguire la via di uno psicosessuologo perché in questo caso il problema è senz'altro di natura psicologica. Nel caso sia valida questa seconda ipotesi non allarmarti in quanto è un problema d'ansia che con un trattamento adeguato può essere risolto in modo brillante. Molto probabilmente per risolvere il problema basteranno pochi incontri con lo specialista. Nel frattempo ti consiglio di abbandonare i rimedi che stai mettendo in atto perché non fanno cha peggiorare la situazione.

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Decisione scolastica (15164313…

Simo, 45     Mio figlio fa la 5^ elem. Ora deve scegliere le medie dove farle. ...

Psicoterapia e problemi (15164…

Luna, 39     Si può continuare una psicoterapia pur se si è innamorati dal primo mese del proprio terapeuta? ...

Chiarimenti alla risposta del …

ALEXA1,52     Sono Alexa nel ringraziarla per la sua risposta dottore vorrei se fosse possibile chiarimenti poichè se fosse solo amicizia la nost...

Area Professionale

L'infanzia abusata, pedofilia …

La fenomenologia degli abusi e dei danni all’infanzia (child abuse) interessa molteplici aspetti psicologici, emozionali e relazionali che compongono il quadro ...

Sistema Tessera Sanitaria

L’articolo 1 del DM 01.09.2016 ha previsto che anche gli psicologi iscritti all’Albo, secondo quanto stabilito dalla Legge 56/1989, dovranno effettuare la trasm...

Salute e sicurezza negli Studi…

  A fare chiarezza sugli adempimenti e sugli obblighi in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro negli studi professionali, è intervenuta già...

Le parole della Psicologia

Il pregiudizio

Similare alla connotazione più negativa di uno stereotipo, in psicologia un pregiudizio (dal latino prae, "prima" e iudicium, "giudizio") è un'opi...

Schizofasia

Profonda disgregazione del linguaggio che è sostituito da un’accozzaglia di parole o insalata di parole prive di un qualsiasi significato. Questo disturbo ling...

Disturbo Esplosivo Intermitten…

Disturbo del comportamento caratterizzato da espressioni estreme di rabbia, spesso incontrollabili e sproporzionate rispetto alla situazione L’IED (Intermitten...

News Letters