Pubblicità

Sessuologia (77901)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 50 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Leo, 42 anni

E' da un pò di tempo che frequento una donna di quarantuno anni. La sua storia è un pò particolare e temo l'abbia condizionata talmente da non riuscire ad avere più stimoli sessuali. A venticinque anni è rimasta incinta del suo ragazzo con il quale stava da quasi sei anni ma senza avere mai rapporti sessuali. In pratica ci è rimasta al primo massimo secondo colpo. Appena avuta la notizia il ragazzo ha avuto paura e se ne è andato in Inghilterra lasciandola praticamente sola, con la sua famiglia molto ma molto tradizionale che non ha mai accettato l'evento e le ha dato filo davtorcere.
A distanza di quindici anni lei non ha mai più avuto relazioni, fantasticando anche sul ritorno del padre della figlia, cosa che è successo ma che l'ha fatta capire definitivamente che razza di persona era. Il sottoscritto è il primo quindi da quindici anni con il quale sta tentando di avere una relazione. Purtroppo a livello sessuale è completamente bloccata.
Ci ho messo tutto del mio per darle una mano ma mi sta venendo il dubbio che a distanza di tanto tempo la situazione stia diventando irrecuperabile. Le sarei grato se potesse darmi qualche suggerimento. Vi ringrazio anticipatamente,e vi saluto cordialmente.

Caro Leo, mi è purtroppo impossibile darle dei consigli pratici su come tentare di migliorare la vostra relazione sessuale: non conosco questa donna, e non sono quindi nelle condizioni di aiutarla. D’altra parte lei la conosce sicuramente bene e se malgrado tutti i suoi tentativi la situazione non si sblocca, allora credo che l’unica persona che in questa situazione può fare qualcosa è proprio la signora in questione. Evidentemente c’è un problema in lei, forse dovuto al trauma di questa prima storia andata male, o forse anche precedente…. Insomma, c’è un disagio, o se vogliamo un disturbo di tipo psicologico (e dunque sessuale) che andrebbe capito e affrontato.
Ma l’unica persona che può fare qualcosa in questo senso è lei stessa. Finchè questa donna non si decide a voler migliorare la sua vita sessuale e relazionale (nonché i suoi conflitti interni) non credo che nessuno possa darle una mano. Come spesso mi trovo a dire, per dare una mano ad una persona bisogna che questa sia pronta ad afferrarla e la voglia afferrare. Fuor di metafora, la sua compagna dovrebbe decidersi a farsi aiutare, possibilmente rivolgendosi a qualcuno. Per “qualcuno” intendo ovviamente uno psicoterapeuta, che la possa aiutare a risolvere i propri blocchi interiori che sono la causa della problematica sessuale. Se non ci ha mai pensato da sola, forse lei potrebbe suggerirle questa possibilità.

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store
0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ansia ingestibile (15442947529…

Sofia, 17     E' da un anno che la mia vita non é più come era prima. a causa del tanto stress provocato probabilmente dalla scuola e dalla famig...

Disturbo alimentare (154418616…

Isa21,  20     Carissimo psiconline, saró breve e cercheró di spiegare come mi sento in maniera piú chiara possibile.Vivo all'estero per st...

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Desiderio

Tra Freud e Lacan: Dalla ricerca dell’Altro al Desiderio dell’Altro. Il desiderio, dal latino desiderĭu(m), “desiderare”, fa riferimento ad un moto intenso d...

Disturbo Istrionico di Persona…

Disturbo di personalità caratterizzato da intensa emotività e costanti tentativi di ottenere attenzione, approvazione e sostegno altrui, attraverso comportament...

Dejà vu - Dejà vecu

Da due secoli, il fenomeno del "déjà-vu" affascina il mondo della scienza ed è stato oggetto di numerose interpretazioni, dalle più strampalate, che gli attribu...

News Letters

0
condivisioni