Pubblicità

Sessuologia (77901)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 41 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Leo, 42 anni

E' da un pò di tempo che frequento una donna di quarantuno anni. La sua storia è un pò particolare e temo l'abbia condizionata talmente da non riuscire ad avere più stimoli sessuali. A venticinque anni è rimasta incinta del suo ragazzo con il quale stava da quasi sei anni ma senza avere mai rapporti sessuali. In pratica ci è rimasta al primo massimo secondo colpo. Appena avuta la notizia il ragazzo ha avuto paura e se ne è andato in Inghilterra lasciandola praticamente sola, con la sua famiglia molto ma molto tradizionale che non ha mai accettato l'evento e le ha dato filo davtorcere.
A distanza di quindici anni lei non ha mai più avuto relazioni, fantasticando anche sul ritorno del padre della figlia, cosa che è successo ma che l'ha fatta capire definitivamente che razza di persona era. Il sottoscritto è il primo quindi da quindici anni con il quale sta tentando di avere una relazione. Purtroppo a livello sessuale è completamente bloccata.
Ci ho messo tutto del mio per darle una mano ma mi sta venendo il dubbio che a distanza di tanto tempo la situazione stia diventando irrecuperabile. Le sarei grato se potesse darmi qualche suggerimento. Vi ringrazio anticipatamente,e vi saluto cordialmente.

Caro Leo, mi è purtroppo impossibile darle dei consigli pratici su come tentare di migliorare la vostra relazione sessuale: non conosco questa donna, e non sono quindi nelle condizioni di aiutarla. D’altra parte lei la conosce sicuramente bene e se malgrado tutti i suoi tentativi la situazione non si sblocca, allora credo che l’unica persona che in questa situazione può fare qualcosa è proprio la signora in questione. Evidentemente c’è un problema in lei, forse dovuto al trauma di questa prima storia andata male, o forse anche precedente…. Insomma, c’è un disagio, o se vogliamo un disturbo di tipo psicologico (e dunque sessuale) che andrebbe capito e affrontato.
Ma l’unica persona che può fare qualcosa in questo senso è lei stessa. Finchè questa donna non si decide a voler migliorare la sua vita sessuale e relazionale (nonché i suoi conflitti interni) non credo che nessuno possa darle una mano. Come spesso mi trovo a dire, per dare una mano ad una persona bisogna che questa sia pronta ad afferrarla e la voglia afferrare. Fuor di metafora, la sua compagna dovrebbe decidersi a farsi aiutare, possibilmente rivolgendosi a qualcuno. Per “qualcuno” intendo ovviamente uno psicoterapeuta, che la possa aiutare a risolvere i propri blocchi interiori che sono la causa della problematica sessuale. Se non ci ha mai pensato da sola, forse lei potrebbe suggerirle questa possibilità.

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store
0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Che cos'ho? (1539793185617)

Jules, 26     Sono una persona che se le da fastidio qualcosa si toglie dalla situazione senza rompere troppo le scatole ma se vengo tirata in me...

Ansia, depressione (1539200804…

Marco, 30     Salve, volevo sapere cosa pensa della mia situazione e cosa sia meglio fare. A fine luglio ho fatto una prima donazione di sangue n...

Mi innamoro di persone che non…

Julia, 25     Buongiorno, sono una ragazza che non ha una normale vita sociale di una persona di 25 anni, né un buon rapporto con mio padre. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Resistenza

“La resistenza è l’indice infallibile dell’esistenza del conflitto. Deve esserci una forza che tenta di esprimere qualcosa ed un’altra forza che si rifiuta di c...

Tecnostress - Tecnofobia

Il Tecnostress (o tecnofobia) è una patologia che scaturisce dall'uso eccessivo e simultaneo di quelle informazioni che vengono veicolate dai videoschermi. Ess...

Masochismo

Deviazione sessuale di meta che spinge l'individuo a cercare l'eccitazione e il piacere solo attraverso la violenza fisica o morale che gli viene inflitta. Spes...

News Letters

0
condivisioni