Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Sessuologia di coppia - Desideri erotici (120824)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 27 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

A. 31

Gentilissimo  Dottore, sono un ragazzo di 31 anni sposato con una bellissima ragazza di 29 da due anni, dopo quasi 4 anni di fidanzamento. Io e mia moglie abbiamo un ottimo rapporto di coppia, sia a livello relazionale che sessuale. Abbiamo un rapporto talmente ottimo e bello che ultimamente mentre facciamo all'amore, abbiamo scoperto che ci eccita fantasticare; queste fantasie di entrambi sono venute fuori per caso ed ora le utilizziamo spesso quando facciamo all'amore. In particolar modo, a me eccita tanto sentire mia moglie nel pieno dell'atto sessuale che mi racconta cosa vorrebbe che altri uomini le facessero, mentre io guardo o partecipo in modo discreto. Per spiegarmi meglio, quello che eccita lei tantissimo, ed anche me, sia il pensare che in quel momento non la stia penetrando io ma un bel ragazzo sconosciuto, mentre altri la guardano e eccitandosi a loro volta si avvicinano a lei ed, ad uno ad uno, la penetrano e/o ricevono sesso orale. Mentre facciamo l'amore lei mi racconta nei minimi particolari cosa sta facendo con questo o quello e quanto le piacerebbe da morire farlo, io in quel momento sono eccitatissimo e se fossi in un club privè o posti/situazioni simili mi piacerebbe assistere nella realtà a tutto quello che mi sta raccontando. Appena però raggiungo l'orgasmo e ripenso a quello che mi ha raccontato e ci ha eccitato fino a quel momento, svanisce come in una bolla di sapone ed anzi, tra me e me mi dico che mia moglie la posso toccare ed avere solo io, ma poi il pensiero ritorna ad eccitarmi nella mia fantasia. Ho anche provato a pensare, ribadisco solo a pensare, di andare in un club privè dove fanno scambi di coppie ecc., ma ho paura che se poi mi lascio andare in quei "brevi" momenti di eccitazione, appena sono a mente fredda mi pento e non so come potrei affrontare il rapporto futuro con mia moglie. Non le nego affatto che sono molto combattuto, tra la fantasia erotica del vedere mia moglie che gode tantissimo con altri, al pensiero ragionato che mia moglie è solo mia. Volevo un suo parere, questa cosa mi è diventata un chiodo fisso, ci sono delle volte che la prenderei e la porterei con me in un club privè, altre che mi vergogno tanto di quello che ho appena pensato. Quindi il mio ragionamento finisce che è meglio stare sul sicuro e starmene a casa con mia moglie a fantasticare e a farmi tormentare da questo dubbio/desiderio. Come posso togliermi questo dubbio che mi tormenta? La ringrazio per il tempo che mi dedicherà per rispondermi.

Caro A., le fantasie erotiche sono parte integrante di una buona relazione di coppia in ambito sessuale e l'eccitazione è la sua conseguenza, poichè in tutti noi in maniera diversa le fantasie orgiastiche appaiono, ma muoiono con la fine del rapporto. La fantasia femminile è totalmente diversa da quella maschile. La mia esperienza professionale con coppie di scambisti mi induce a dire che questa pratica è ricca di parafilie che spesso finiscono con il dividere la coppia piuttosto che unirla. La pratica degli scambisti, secondo il mio pensiero, è priva di sentimento, proviamo a immaginarci la propria donna con un altro con il quale sono consenziente, dopo il rapporto come faccio a pensare che quel corpo è quello che ha generato i miei figli e che ci ha unito nell'amore? Spesso avviene che si innamorano vicendevolmente dell'altro partner, inizia così una furibonda battaglia di gelosia che termina con la separazione. Quindi se desiderate capire ciò che all'interno della coppia stà avvenendo vi consiglio, prima di andare in un privè, di consultare uno psicoterapeuta sessuologo che vi farà emergere le vostre fantasie. Consiglio personale: evitare gli scambisti se in voi esiste l'affetto, il sentimento, l'amore per il quale non finisce mai il tempo delle scoperte, anche in età avanzate. Se desideri leggere un libro di recente pubblicazione: "L'amore, la sessualità non hanno età", edito da Bastogi. Auguri.

(risponde il Dott. Sergio Puggelli)

Pubblicato in data 07/07/08

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store
0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Amore Bordeline? (153355779047…

Lory, 52     Ho lasciato il mio compagno da un mese, la nostra relazione avrebbe compiuto due anni a breve. ...

Ragazzo fuori controllo (15335…

Giusy, 19     Buongiorno, sono una ragazza di 19 anni e sono fidanzata da 3 anni con un ragazzo di 22 anni. Nei primi due anni della nostra relaz...

Ritorno di ansia e attacchi di…

Misterok88, 30     Salve! Vi prego di aiutarmi. Ho un problema che pensavo di aver risolto ma da un po' di giorni a questa parte sono di nuovo da...

Area Professionale

Arredare lo studio di uno psic…

Arredare lo studio di uno psicologo è un impegno importante ai fini della futura professione. Una nuova ricerca, infatti, dimostra che le persone giudicano la q...

Il Test del villaggio e l’orga…

Il Test del Villaggio è uno strumento psicodiagnostico che può avere un’ampia rilevanza all’interno del setting clinico tra terapeuta e paziente approfondendone...

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Le parole della Psicologia

Isteria

L'isteria è una sindrome psiconevrotica, caratterizzata da manifestazioni somatiche e psichiche, che insorgono generalmente sulla base di una personalità isteri...

Agorafobia

Il termine agorafobia viene dal greco e letteralmente significa: "paura degli spazi aperti”. Le persone che ne soffrono temono perciò lo spazio esterno, vissuto...

Bigoressia

Il termine trova la sua etimologia nell'inglese "big = grande” e nel latino "orex=appetito”, ad indicare la "fame di grossezza” Per bigoressia, vigoressia o an...

News Letters

0
condivisioni