Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Sessuologia, orgasmo (112403)

on . Postato in Sessualità | Letto 135 volte

Serena 18

Ho bisogno urgentemente di una soluzione al mio problema. Sarà ormai un mese che faccio l'amore con il mio ragazzo di cuo sono molto innamorata, ma non riesco a raggiungere l'orgasmo. Sembra quasi che la penetrazione mi dia un piacere relativo. Precedentemente mi masturbavo (anche ultimamente) attraverso la stimolazione del clitoride, ma tutto "all'esterno" senza alcuna penetrazione e ora che mi ritrovo a fare l'amore non raggiungo l'orgasmo. Ho provato a far capire anche a lui di stimolarmi anche in quel punto, ma non funziona... Cosa devo fare? Non so a chi rivolgermi e non penso sia una cosa normale non provare piacere. Inoltre le mia situazione sia quella familiare che sociale non mi danno alcuna preoccupazione, amo il mio ragazzo, tutto va per il meglio, quindi non penso sia nulla di legato alla mia psiche (nè traumi, nè nulla di mentale). Quindi cosa ho? Con questo ragazzo è stata la mia prima volta, ma vi ripeto che ormai sono parecchie volte che facciamo l'amore, quindi ho escluso la questione che siano le prime volte... Questa cosa comincia a preoccuparmi seriamente. Se tutto funziona e lui non ha alcun problema a raggiungere l'orgasmo, perchè io non lo provo? Per favore ho bisogno di un vostro parere tecnico, non so più cosa fare davvero. Aspetto una risposta. Grazie.

Cara Serena, da un punto di vista tecnico è importante sapere una cosa: l’orgasmo che si raggiunge attraverso la penetrazione è da un punto di vista fisiologico, indiretto, in quanto non esiste (come molti credono) un orgasmo vaginale. L’unico orgasmo è quello che proviene dalla stimolazione diretta o indiretta del clitoride. È quindi possibile che tu non riesca a raggiungere l’orgasmo attraverso la penetrazione perché in questo modo non c’è un livello di stimolazione sufficiente. Da un punto di vista più strettamente fisiologico, l’orgasmo rappresenta un totale lasciarsi andare all’altro ed alle sensazioni del proprio corpo; quindi se c’è qualche difficoltà in questo è molto difficile raggiungere l’orgasmo. Se anche per il tuo ragazzo queste sono le prime volte, è possibile che entrambi abbiate ancora bisogno di sperimentarvi per trovare ciò che vi dà più piacere. Dato che mi scrivi che siete molto innamorati ed avete un buon livello di comunicazione, penso che potresti parlare con lui di questa cosa, ed insieme potreste cercare nuove posizioni, nuovi modi di fare l’amore che siano soddisfacenti per entrambi. Fallo pure con grande tranquillità…in fondo è una ricerca divertente. Auguri.

(risponde la Dott.ssa Serena Leone)

Pubblicato in data 31/01/08

 

 

 

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi delle Tecniche di Rilassamento e della Meditazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

sig (1509381564901)

Antony, 50     Da 5 anni, più o meno nel periodo tra ottobre e gennaio, mia moglie, 48 anni, è come se cambiasse personalità. ...

Fobia di non riuscire a tratte…

Marco989898, 14     Il mio problema è che ho la continua ossessione di andare in bagno e anche se all'inizio sembrerà  una cosa stupida, son...

E' realmente un problema? (151…

Flick, 27     Buongiorno, sono una donna di 27 anni e da quando ne ho compiuti più o meno 19, nei momenti di maggiore stress sento un forte impul...

Area Professionale

Proteggere il proprio nome onl…

Una cosa che si impara molto presto nel mondo di internet e della pubblicità online è che non serve, o meglio non basta, essere presenti nel web, aggiornare il ...

Il confine nelle dinamiche di …

Il Test I.Co.S. è un test semi-proiettivo che permette di ottenere indicazioni dettagliate sugli aspetti di personalità e sulle relazioni dei singoli soggetti a...

La Certificazione Psicologica:…

Nella pratica clinica è possibile trovarsi di fronte ad una specifica richiesta, da parte del paziente/cliente, di una Certificazione che attesti, sia dal punto...

Le parole della Psicologia

Affetto

L'affetto (dal latino adfectus, da adficere, cioè ad e facere, che significa "fare qualcosa per") è un sentimento di particolare intensità...

Afefobia

L’afefobia è una fobia specifica che si concretizza con il disagio e la paura ingiustificate e persistenti di toccare e di essere toccati da altre persone. La ...

Oblio

L'oblio è un processo naturale di perdita dei ricordi per attenuazione, modificazione o cancellazione delle tracce mnemoniche, causato dal passare del tempo tra...

News Letters