Pubblicità

sessuologia-orgasmo maschile (165869)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 380 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Paola , 44 (165869)

La mia Storia: Buongiorno dottori, vorrei se possibile, un chiarimento riguardo l'orgasmo maschile.
Sono sposata da 12 anni ed ho sempre avuto una buona intesa sessuale con mio marito, molto gratificante per entrambi.
Da un po' di tempo però (circa un anno) ho notato che mio marito fatica a raggiungere l'orgasmo, questa situazione è via via "peggiorata" fino ad una media di circa 1 eiaculazione ogni 3 rapporti.
I primi tempi in cui ho notato questa difficoltà lo aiutavo oralmente (cosa a lui sempre molto gradita), fino ad arrivare a pensare che prediligesse questo tipo di eiaculazione.
Ora però anche questa stimolazione non sempre funziona e inizio a chiedermi cosa ci sia che non va.
Trovo un po' frustrante non vederlo avere un orgasmo e quando capita è spossato e particolarmente stanco perché effettivamente il rapporto è durato molto.
Premetto che i nostri rapporti non sono cambiati, e che continuiamo a desiderarci ancora molto.
Lui non parla volentieri di questo argomento, e quando gli chiedo qualcosa al riguardo risponde "meglio cosi che il contrario". Io però non sono persuasa..
Potete aiutarmi a capire cosa gli succede? Potrebbe essere un problema fisico o psicologico?

Grazie per l'ascolto

 


Cara Paola
Leggendo la tua domanda mi vengono da considerare alcuni aspetti poiché quando avviene il disturbo dell’orgasmo o del desiderio ci sono da approfondire fisiologicamente, quindi come prima cosa necessita un consulto da un urologo andrologo che diagnosticherà ciò che può essere a livello fisiologico.
Una volta accertato che tutto è ok consiglio di consultare uno psicoterapeuta sessuologo iscritto alla Fiss che può aiutarvi come coppia nella risoluzione del disturbo denunciato.
Consiglio di leggere il libro la coppia e i suoi segreti pubblicato da Kimerik

auguri


(Risponde il dott. Sergio Puggelli)

Pubblicato in data 18/03/2015

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Stress

Il termine stress, tradotto dall’inglese, significa "pressione" (o “sollecitazione"), ed è stato introdotto per la prima volta da Hans Seyle nel 1936 per indica...

Percezione

Tradizionalmente, gli psicologi hanno distinto il modo nel quale noi riceviamo le informazioni dal mondo esterno in due fasi separate: Sensazione: riguarda i...

Limerence (o ultrattaccamento)…

È uno stato cognitivo ed emotivo caratterizzato da intenso desiderio per un'altra persona. Il concetto di Limerence (in italiano ultrattaccamento) è stato elab...

News Letters

0
condivisioni