Pubblicità

sessuologia-orgasmo maschile (165869)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 632 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Paola , 44 (165869)

La mia Storia: Buongiorno dottori, vorrei se possibile, un chiarimento riguardo l'orgasmo maschile.
Sono sposata da 12 anni ed ho sempre avuto una buona intesa sessuale con mio marito, molto gratificante per entrambi.
Da un po' di tempo però (circa un anno) ho notato che mio marito fatica a raggiungere l'orgasmo, questa situazione è via via "peggiorata" fino ad una media di circa 1 eiaculazione ogni 3 rapporti.
I primi tempi in cui ho notato questa difficoltà lo aiutavo oralmente (cosa a lui sempre molto gradita), fino ad arrivare a pensare che prediligesse questo tipo di eiaculazione.
Ora però anche questa stimolazione non sempre funziona e inizio a chiedermi cosa ci sia che non va.
Trovo un po' frustrante non vederlo avere un orgasmo e quando capita è spossato e particolarmente stanco perché effettivamente il rapporto è durato molto.
Premetto che i nostri rapporti non sono cambiati, e che continuiamo a desiderarci ancora molto.
Lui non parla volentieri di questo argomento, e quando gli chiedo qualcosa al riguardo risponde "meglio cosi che il contrario". Io però non sono persuasa..
Potete aiutarmi a capire cosa gli succede? Potrebbe essere un problema fisico o psicologico?

Grazie per l'ascolto

 


Cara Paola
Leggendo la tua domanda mi vengono da considerare alcuni aspetti poiché quando avviene il disturbo dell’orgasmo o del desiderio ci sono da approfondire fisiologicamente, quindi come prima cosa necessita un consulto da un urologo andrologo che diagnosticherà ciò che può essere a livello fisiologico.
Una volta accertato che tutto è ok consiglio di consultare uno psicoterapeuta sessuologo iscritto alla Fiss che può aiutarvi come coppia nella risoluzione del disturbo denunciato.
Consiglio di leggere il libro la coppia e i suoi segreti pubblicato da Kimerik

auguri


(Risponde il dott. Sergio Puggelli)

Pubblicato in data 18/03/2015

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Situazione complessa [16102055…

  Nanna, 30 anni Ciao, ho cambiato città e lavoro per il mio compagno e ora siamo arrivati a un punto che in ogni discussione lui prende la valigia ...

Sto bene da solo  [16102359254…

 Zeno, 30 anni     Buonanotte, sono sempre stato ansioso e poco socievole ma ultimamente sento che questo problema si è esarcerbato,spesso ...

Avere una relazione con una pe…

Carpazia, 30 anni     Buonasera, il più delle volte, giustamente direi, ci si concentra sulla persona che soffre di questa patologia, ma c'è b...

Area Professionale

Protocollo CNOP-MIUR, Bandi e …

Brevi considerazioni sul Protocollo CNOP-MIUR per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche e sue implicazioni/intersezioni con il Codice Deontologi...

Il pensiero innovativo di Irvi…

Le opere di Irvin Yalom pongono una domanda di vasta portata: è ora che gli psicoanalisti e gli psicoterapeuti rivelino di più ai loro pazienti? E, oltre a sfid...

Psicoterapia: quali effetti su…

Uno studio pubblicato nella rivista “Psychotherapy Research” evidenzia che lavorare come psicoterapeuta e con la psicoterapia ha implicazioni complesse, sia pos...

Le parole della Psicologia

Ecolalia

L'ecolalia è un disturbo del linguaggio che consiste nel ripetere involontariamente, come un'eco, parole o frasi pronunciate da altre persone Si osserva, come ...

Sindrome di Cotard

E’ una sindrome delirante che porta la persona a credere di essere morta, di non esistere più oppure di aver perso tutti gli organi interni. Jules Cotard, un n...

Afasia

L’afasia è un disturbo della formulazione e della comprensione di messaggi linguistici, che consegue a lesioni focali cerebrali, in persone che avevano in pre...

News Letters

0
condivisioni