Pubblicità

Situazione affettiva(134998)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 37 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Roberto 17

Salve, vi scrivo per chiedervi un aiuto, un consiglio per quanto riguarda un problema che si è appesantito da poco tempo. Io sono un ragazzo bisessuale, e praticamente nessuno è a conoscenza di ciò, quindi mi ritrovo a combattere questo problema da solo, in quanto, dai discrosi dei miei genitori, e dalle loro parole ho potuto capire che loro non reputano normale l'omosessualità, inoltre ho paura di rivelarlo agli amici perchè ho paura di perderli e temo di diventare il loro zimbello. Purtroppo all'inizio dell'anno scolastico, sono rimasto attratto da un ragazzo, di un anno più grande di me, che frequenta un'altra classe della stessa sezione (io la 3a - lui la 4a). Purtroppo in questo periodo il sentimento che provavo verso questo ragazzo si è intensificato fino ad invaghirmi e crearmi una certa dipendenza nei suoi confronti. Ora che lui si è ritirato da scuola, sto un po' male perchè non lo vedo, e a dir la verità stavo male anche prima perchè volevo farglielo capire, ma non ci riuscivo dato che quando lui si avvicinava a me ed altri amici, io mi allontanavo, imbarazzato dalla sua presenza. Non Riesco a rimanere neutrale verso questa decisione, e non riesco nemmeno a dimenticarlo, vorrei tanto rivelargli ciò che provo per lui, però ho paura che lui a sua volta lo vada a dire in giro; dato che non penso che la società ossa essere clemente con me. Parlando con altri ragazzi che conosco tramite chat, anche loro bisex o gay, mi hanno consigliato di dirglielo, ed altri di dimenticarlo, ma queste due decisioni si sono rivelate una impossibile e l'altra spericolata. Siccome penso che non riuscirei a sopportare un'eventuale messa a nudo dei miei sentimenti, vorrei trovare un modo per farglielo capire, senza offrirgli l'opportunità di screditarmi in caso di un rifiuto quindi con qualche gesto, in qualche modo vorrei farglielo capire, e volevo chiedere a voi un aiuto, cosa fare. Ad aumentare la difficoltà è che nessuna delle persone la quale mi sono vicine è a conoscenza di questa mia bisessualità.

Caro Roberto le perplessità che stai provando sono legittime in un paese omofobico e bacchettone che tutto si fa nel segreto, ma niente alla luce del sole. Capisco perfettamente la tua non chiarezza sulla tua sessualità, ma da come descrivi sembra che l'orientamento sessuale sia omosessuale, ma prima di definire certe affermazioni e parlarne con i genitori ti consiglio di consultare uno psicologo psicoterapeuta che ti aiuterà da affrontare le problematiche esposte e nel rafforzare la stima in te stesso proprio per affrontare con serena dignità la famiglia, la società. Auguri.

(Risponde il Dott. Sergio Puggelli)

Pubblicato in data 22/06/09
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicit�
Vuoi conoscere i libri che parlano di Sessualità per saperne di più?
Cercali su Psiconline� Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Compagno con attacchi di rabbi…

Chiara, 41     Sono Chiara ho 41 anni e sono incinta del mio primo figlio al quinto mese, ho sposato il mio compagno un mese fa, stiamo insieme d...

Bambina 10 anni e morte del no…

ELI, 43     Buongiorno, sono mamma di una bambina di 10 anni molto vivace intelligente e matura e al tempo stesso molto sensibile e ansiosa. ...

Cattivo rapporto con i genitor…

Fatina, 17     Da 4 mesi a questa parte non riesco più a stare bene, sia mentalmente che fisicamente. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Odio

Sentimento antitetico all'amore, caratterizzato dal desiderio durevole di danneggiare o distruggere uno specifico oggetto che può essere anche il proprio Sé o l...

Dipsomania

Per dispomania si intende una patologia  caratterizzata da un irresistibile desiderio di ingerire bevande alcoliche. Per Dipsomania ( gr. δίψα "sete" e μα...

Emetofobia

Dal greco emein che significa "un atto o un'istanza di vomito" e fobia, ovvero "un esagerato solito inspiegabile e illogico timore di un particolare oggetto,&nb...

News Letters

0
condivisioni