Pubblicità

Situazione familiare (150102)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 69 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Claudio, 51

Buongiorno,
nel 1989 mi sono ammalato di depressione e mi sono stati prescritti dei farmaci risperdal e paroxetina. Ho avuto benefici, sono quasi guarito, e da tre mesi non prendo piu' il risperdal. Soprattutto quest'ultimo farmaco mi ha causato impotenza e disinteresse e mancanza di stimoli nell'avere rapporti sessuali. Quindi con mia moglie non ho più avuto rappporti. Non appena ho smesso di prendere il risperdal, sono calato di peso e mi è ritornato lo stimolo di fare sesso e interesse verso mia moglie alla quale voglio molto bene. Inizialmente è andato tutto bene, però vedo che mia moglie non partecipa attivamente, ho la senzazione che mi voglia accontentare e mi dice che è sempre stanca. Tanto e vero che ho sospettato che aveva un'altra relazione. Il mio sospetto si è rilevato infondato perchè mia moglie mi vuole veramente bene, le ho fatto domande a riguardo. Io attualmente ho quasi sempre voglia però facciamo l'amore raramente per il problema che ho specificato prima. Come posso risolvere il problema? Mia moglie ha 49 anni, come mai non ha piu' stimoli? Grazie Claudio.

Caro Claudio,
i farmaci da te descritti efettivamente come disturbi collaterali inibiscono notevolmente il desiderio e quindi la sessualità.
E' altrettanto vero che una volta cessata la cura il desiderio ritorna.
Per quanto riguarda i rapporti con la moglie credo che aluni chiarimenti devono esserci poichè i tuoi dubbi è giusto che li possa risolvere, spero che fra voi ci sia confidenzialità e complicità nell'affrontare il periodo non proprio felice.
La donna fisiologicamente non è come l'uomo che è sempre pronto per la sessualità probabilmente necessita capire se è già vicino alla menopausa o è già in menopausa perchè questo periodo per le donne è diifficoltà ormonale non indifferente.
Se dovesse non essere chiaro vi consiglio come coppia di conultare uno psicoterapeuta sessuologo che può aiutarvi a ritrovare quella serenità sesuale che state cercando.
Auguri.

(Risponde il Dott. Puggelli Sergio)

Pubblicato in data 15/02/2012

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Come non riesco a vivere (1541…

Giulietta, 21     Salve.. Mi chiamo Giulia, ho 21 anni e penso di avere dei seri problemi con l'ansia e le relazioni. ...

Compagno con attacchi di rabbi…

Chiara, 41     Sono Chiara ho 41 anni e sono incinta del mio primo figlio al quinto mese, ho sposato il mio compagno un mese fa, stiamo insieme d...

Bambina 10 anni e morte del no…

ELI, 43     Buongiorno, sono mamma di una bambina di 10 anni molto vivace intelligente e matura e al tempo stesso molto sensibile e ansiosa. ...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Archetipo

“La nostra psiche è costituita in armonia con la struttura dell'universo, e ciò che accade nel macrocosmo accade egualmente negli infinitesimi e più soggettivi ...

Bad trip

Con l'aggiunta dell'aggettivo bad (bad trip), si indicano in specifico le esperienze psico-fisiche definibili come negative o spiacevoli per il soggetto. In it...

Angoscia

« Con il termine angoscia non intendiamo quell'ansietà assai frequente che in fondo fa parte di quel senso di paura che insorge fin troppo facilmente. L'angosci...

News Letters

0
condivisioni