Pubblicità

Sono gay? (060858)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 51 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Francesca 27 anni, 02.01.2003

Ho 27 anni e paura di aver sbagliato tutto nella mia vita. Mi sono sposata (ormai sono sei mesi) nonostante avessi avuto una storia con una ragazza...forse per paura di affrontare una realtà che mi avrebbe portato contro la mia famiglia alla quale sono molto legata. Quella storia però non si è conclusa e io ora mi ritrovo attratta da lei ma incapace ancora di affrontare una vita senza il rispetto dei miei...non capirebbero mai.
Mio marito oltretutto è una persona meravigliosa che non merita le mie bugie nè i miei rifiuti.
Ho pensato più volte di farla finita, ma non ho mai trovato il coraggio neanche di morire...non voglio far soffrire nessuno ma sento di essere davvero innamorata di questa ragazza e ricambiata, ma non so pensare a una vita futura con lei...dove la parola normalità non esisterà mai, dove non ci saranno bambini ma solo gli sguardi cattivi delle persone.
Passo le giornate a piangere, non dormo più, non riesco più a vivere...continuo solo a dire bugie...anche a me stessa... grazie di avermi ascoltato...

Cara Francesca (27 anni), é chiaro che non puoi continuare così ( piangere, non dormire, crogiolarti nei tuoi pensieri neri) .
E' chiaro anche che da sola non ce la fai, continueresti a logorarti attorcigliandoti e ingarbugliandoti sempre più.
La via d'uscita esiste, e non risolvi nulla agggiungendo altri problemi al problema. Fatti aiutare , prima da un esperto psicoterapeuta che ti aiuti a far chiarezza dentro di te.
Poi leggi, acquista qualche testo illuminante sulla condizione attuale delle minoranze sessuali ( oggi non più discriminabili, neanche dalle occhiate cattive della gente!) contatta qualche Associazione Lesbica e vedi altre persone che sono abbastanza "risolte" e hanno accettato il proprio orientamento sessuale. A non voler far soffrire nessuno, finisci col dare dolore a tutti.
Se ti chiarisci e risolvi... potrai fare a tutti il dono della tua felicità. Ci provi?
0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Riserva cognitiva

Alla fine degli anni Ottanta viene riconosciuta e definita la capacità individuale di resistere al deterioramento cognitivo fisiologico o patologico. Possono e...

Paura

La paura è quell’emozione primaria di difesa, consistente in un senso di insicurezza, di smarrimento e di ansia, di fronte ad un pericolo reale o immaginario, o...

L'attenzione

L'attenzione è un processo cognitivo che permette di selezionare stimoli ambientali, ignorandone altri. È quel meccanismo in grado di selezionare le informazio...

News Letters

0
condivisioni