Pubblicità

Strano modo di eccitarsi (163025 )

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 282 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Leonardo, 20

 

Gentile Dottore,
Gentile Dottore, Salve,sono un ragazzo di 20 anni felicemente fidanzato,ho una vita sessuale con la mia parter regolare solo che ho un "piccolo" problema. Quando sono da solo mi eccito e mi masturbo immaginandomi uomini vecchi,talvolta molto brutti e quasi sempre molto ricchi e potenti (tutti uomini inventati dalla mia fantasia,non penso mai a personaggi reali anche se di analogie con la realtà ce ne sono) che hanno rapporti sessuali con giovani ragazze molto belle e disponibili (le ragazze,invece,sono quelle che nella vita reale incontro a scuola,al lavoro,sui mezzi di trasporto ecc.). Il problema nasce quando,dopo i pochi attimi di piacere dati dalla masturbazione fatta pensando a queste cosa mi sento a disagio,come se fossi sporco o malato(se mi masturbo pensando alla mia ragazza ciò non mi succede). Mi sento anche in colpa verso la mia lei,come se l'avessi tradita. Forse questa è solo una mia paranoia ma ho anche paura che in fututo possa tradire la mia ragazza con prostitute visto che,il tipo di sesso che mi immagino,è a tutti gli effetti prostituzione. Sapete dirmi da dove nascono queste mie fantasie erotiche? E come è possibile,se è possibile,superarle per star meglio con me stesso? PS:No,la mia ragazza non ne sa nulla di questa mia "perversione"

Caro Leonardo,
essere coppia stabile, cioè avere una ragazza con la quale ho dei rapporti, masturbarsi come viene descritto non è cosa semplice poiché nascono in te fantasie da analizzare e decifrare poiché si può trattare di parafilie non altrimenti specificate. Come consiglio iniziale devi riflettere sulle motivazioni che ti spingono a masturbarti con frequenza avendo anche una vita sessuale soddisfacente con la ragazza. Inoltre consultare uno psicoterapeuta psicodinamico che può aiutarti a elaborare i tuoi pensieri. Auguri

 

(Risponde la Dott. Sergio Pugelli)

Pubblicato in data 15/07/2013

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Genitore inadeguato [15992344…

DEDDA, 47 anni   Buongiorno, mia figlia 15enne soffre di blocchi emotivi a scuola. Quando deve fare un'interrogazione si chiude in se stessa, terror...

Come imparare ad andare [1599…

mar, 29 anni Ho avuto una relazione di 5 anni finita per motivi banali, incomprensioni, caratteri opposti e contrastanti. La storia é finita quasi tre anni...

MARITO DEPRESSO DA 3 MESI [159…

blu, 43 anni Buongiorno, non riesco a capire come poter aiutare mio marito che oramai sono 3 mesi che è depresso soprattutto la mattina appena sveglio e l...

Area Professionale

Funzionamento cognitivo in sog…

Recenti ricerche suggeriscono che le persone che presentano esperienze psicotiche, ma nessuna diagnosi di malattia psicotica, presentano un'alterazione del funz...

Il "potere" nella re…

Nonostante si possa pensare che vi sia uno squilibrio di potere all'interno della relazione terapeutica, in realtà lo psicoterapeuta non esercita un maggiore po...

Disfunzioni sessuali dopo la s…

L'11 giugno 2019 l'European Medicines Agency (EMA) ha formalmente dichiarato di riconoscere la disfunzione sessuale post-SSRI (Post-SSRI Sexual Dysfunction, PSS...

Le parole della Psicologia

Pistantrofobia (paura di fidar…

La pistantrofobia è caratterizzata da una paura irrazionale di costruire una relazione intima e personale con gli altri. Molti di noi hanno sperimentato delusi...

Cinofobia

Il cane è da sempre l’animale più amato dagli esseri umani, ormai è proverbiale la definizione “migliore amico dell’uomo” e in effetti la storia conferma questa...

Catatonia

La prima descrizione della catatonia risale al 1874, quando lo psichiatra tedesco Karl Kahlbaum, nella sua monografia dal titolo Die Katatonie oder das Spannung...

News Letters

0
condivisioni