Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Strano modo di eccitarsi (163025)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 46 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Leonardo, 20

  Gentile Dottore,
Salve,sono un ragazzo di 20 anni felicemente fidanzato,ho una vita sessuale con la mia parter regolare solo che ho un "piccolo" problema. Quando sono da solo mi eccito e mi masturbo immaginandomi uomini vecchi,talvolta molto brutti e quasi sempre molto ricchi e potenti (tutti uomini inventati dalla mia fantasia,non penso mai a personaggi reali anche se di analogie con la realtà ce ne sono) che hanno rapporti sessuali con giovani ragazze molto belle e disponibili (le ragazze,invece,sono quelle che nella vita reale incontro a scuola,al lavoro,sui mezzi di trasporto ecc.). Il problema nasce quando,dopo i pochi attimi di piacere dati dalla masturbazione fatta pensando a queste cosa mi sento a disagio,come se fossi sporco o malato(se mi masturbo pensando alla mia ragazza ciò non mi succede). Mi sento anche in colpa verso la mia lei,come se l'avessi tradita. Forse questa è solo una mia paranoia ma ho anche paura che in fututo possa tradire la mia ragazza con prostitute visto che,il tipo di sesso che mi immagino,è a tutti gli effetti prostituzione. Sapete dirmi da dove nascono queste mie fantasie erotiche? E come è possibile,se è possibile,superarle per star meglio con me stesso? PS:No,la mia ragazza non ne sa nulla di questa mia "perversione"

Caro Leornardo,
dal racconto si evince che dovresti riflettere su ciò che esponi poiché il timore che manifesti può essere risolto solo consultandoti con un professionista. I sogni che fanno intravedere un omosessualità latente, poiché hai rapporti eterosessuali rientrano nella casistica di coloro che devono chiarirsi con un educazione sessuale. Per questo consiglio di consultare uno psicoterapeuta psicodinamico che ti aiuterà nel risolvere le problematiche. Auguri

 

(Risponde la Dott.ssa Sergio Pugelli)

Pubblicato in data 05/09/2013

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Non so più che fare (153056873…

Alessia, 16     Non so più che fare, passo ogni giorno come se fossi in una bolla dove solo io sono in grado di capirmi, non si più davvero dove ...

Ansia, paura agitazione a caus…

Linda, 20     Salve, sono linda ho da un anno paura del vento, quando è forte pensavo mi fosse passata ma a quanto pare non è cosi anche perché o...

Paura di stare soli (153061543…

Alice, 25     Buongiorno, tra qualche mese andrò a convivere con il mio ragazzo ma quando ci penso non riesco a stare tranquilla. ...

Area Professionale

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Introduzione al Test del Villa…

Introduzione al Test del Villaggio secondo il Metodo Evolutivo-Elementale (infanzia, adolescenza, età adulta). L’idea che sta alla base del Test del Villaggio è...

Le parole della Psicologia

Onicofagia

L'onicofagia, meglio conosciuta come il brutto vizio di mangiarsi le unghie, è un’impulso incontrollabile definito in ambito psicologico come disturbo del compo...

Balbuzie

La balbuzie interessa circa l’1% della popolazione mondiale (tasso di prevalenza), ma circa il 5% può dire di averne sofferto in qualche misura nel...

Dejà vu - Dejà vecu

Da due secoli, il fenomeno del "déjà-vu" affascina il mondo della scienza ed è stato oggetto di numerose interpretazioni, dalle più strampalate, che gli attribu...

News Letters

0
condivisioni