Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Suscitare il desiderio (101283)

on . Postato in Sessualità | Letto 6 volte

Franco 34

Buongiorno, rischio forse di esser ripetitivo con altri solleciti, ma tento lo stesso. Vi scrivo perché ho in questo momento una interrogazione sulla natura del mio rapporto con la mia fidanzata con cui convivo da un anno, praticamente da quando ci siamo conosciuti. E' davvero una Bella Grande persona a tutti gli effetti e infatti me ne sono a proprio innamorato. Anche perché la stimo molto. Ho una situazione ovviamente basata sul mio passato, essendo divorziato e papà separato. Anche li, lei mi dimostra una pazienza notevole ed una grande capacità di ascolto, comprensione e un coinvolgimento adatto. Questa persona non solo è bella dentro, ma anche fuori, mi piace pure come si veste, e quindi, ovviamente, la desidero! Senza considerarmi perverso, devo confessare che mi piacerebbe ogni tanto un pizzico di erotismo, un po' di peperoncino,  o, per formularlo meglio, poter vederla talvolta quando usciamo "sexy". Non chiedo mini gonne ma per esempio degli autoreggenti sotto i pantaloni del tailleur, cose classiche del genere e dei sottovestiti degni e non quelli comprati 10 anni fa. Lei sa di questi miei solleciti e a volta cerca gentilmente di soddisfarli. Ma, non ci riusciamo. I nostri rapporti sono spesso gli stessi, nel senso che si svolgono sullo stesso modo, alle stesse ore, nello stesso posto, con poca "originalità". Direi per farla breve che lei è molto "classica" ed io molto "originale".  Ho provato di comprarle (con lei) una tutta a rete, o ancora degli autoreggenti, o dei giochino banali, dimostrandole che aumentavano il mio desiderio e ci è stata sensibile. Talvolta cerca di indossarli, ma raramente spontaneamente. Un altro punto è che durante i nostri rapporti non percepisco quando viene, è poco dimostrativa. Mi dice, soddisfatta, che ha avuto un orgasmo, ma non lo sento. Quindi adesso non so bene se sono poco "desiderabile" (può essere!), se lei è semplicemente poco portata sulla cosa, o se posso sperare svegliarle un pizzico di fantasia. Coltivo di più e di più fantasie, torno a volta su internet a fare un po' di voyeurisme. Ma so che è lei che mi piace, è lei che desidero. E non vorrei stressarla con troppi solleciti. "E' grave Dottore?".

Caro Franco i giochi erotici sono una parte della sessualità non l'essenza, è importante attuarli, ma non indispensabile ciò è dovuto dalle caratteristiche dei partner. Come più volte ho scritto, le fantasie erotiche dell'uomo e della donna sono totalmente diverse: il primo ha fantasie orgiastiche la seconda romantiche. Dal racconto si evince ciò che ho sopra enunciato risulta anche nella coppia. La vostra coppia si definisce stabile, ma probabilmente non c'è molto confidenzialità quindi consiglio di ascoltarvi di più e non eccellere nelle richieste poichè le forzature soggettive a lungo andare possono creare fratture insanabili. La vostra relazione se riportata nei termini in cui ambedue provate piacere e desiderio ritrovate l'estasi e l'orgasmo in contemporanea. Un colloquio con uno psicoterapeuta sessuologo potrà aiutarvi a capiere meglio le vostre esigenze sessuali.

(risponde il dott. Sergio Puggelli)

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Bisogno di aiuto (15124250707…

Sarab, 19     Buonasera,ho 19 anni ed ho da poco iniziato l'università. ...

manie e compulsioni (151195457…

Carolina, 50     Buongiorno, mio marito soffre di depressione per cui prende già dei farmaci ma soffre secondo me anche di ossessioni. ...

Aiuto consiglio (1512841413383…

Francesco, 30     Salve. Non questa estate appena passata ma la scorsa sono stato ricoverato in psichiatria con la forza senza il mio consenso. ...

Area Professionale

Sinergie tra avvocato e psicol…

In molte dispute legali il Giudice nomina un perito esperto della materia (CTU - consulente tecnico d'ufficio), delegato dal Tribunale ad esamniare il caso e a ...

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

Le parole della Psicologia

Affetto

L'affetto (dal latino adfectus, da adficere, cioè ad e facere, che significa "fare qualcosa per") è un sentimento di particolare intensità...

Disturbo Antisociale di Person…

La prevalenza del DAP è pari al 3% nei maschi e all'1% nelle femmine nella popolazione generale, e aumenta al 3-30% in ambiente clinico. Percentuali di preva...

Riserva cognitiva

Alla fine degli anni Ottanta viene riconosciuta e definita la capacità individuale di resistere al deterioramento cognitivo fisiologico o patologico. Possono e...

News Letters