Pubblicità

Temere il confronto sessuale (14062002)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 208 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Nei rapporti sessuali ho sempre sofferto di ejaculazione precoce e, in misura minore, di deficit erettivo, quest'ultimo di origine ansiogena. Le tre storie a cui ho accennato sono finite per mia decisione, anche se mi è difficile motivarla, nonostante il sentimento d'amore fosse ben presente. Ad ogni modo ho sempre sofferto molto per l'e.p. e per questo motivo quasi mai un rapporto sessuale mi ha gratificato.

Le mie compagne non sembravano dare molta importanza a questo problema ma la loro "comprensione" sortiva in me un effetto tutt'altro che rassicurante. Anzi, mi sentivo oltremodo incompreso poiché le mie fantasie sessuali sono incentrate soprattutto su rapporti di tipo penetrativo, che di fatto mi erano preclusi. Da un paio d'anni, nonostante mi capiti di tanto in tanto di "essere corteggiato" o di prendere qualche piccola "sbandata", non ho legami sentimentali nè pratico attività sessuale. Anzi, assumendo atteggiamenti di (falso) disinteresse cerco di evitare i rapporti intimi per risparmiare alla mia ipotetica compagna - ma soprattutto a me stesso - l'ennesima delusione prestazionale. In questo modo sto perdendo una ad una molteplici occasioni con donne che mi piacciono o a cui piaccio e mi è stato riferito che si comincia addirittura a vociferare che io sia omosessuale. Delle male lingue non m'importa, ma delle occasioni perse sì, anche se in questo momento non desidero una relazione molto impegnativa. Questo stato di cose mi fa soffrire molto e non riesco a uscirne.

 


consulenza psicologica

Vuoi richiedere una consulenza gratuita online ai nostri Esperti?
Clicca qui e segui le istruzioni. Ti risponderemo al piu' presto!

 

Pubblicità

 

Capisco che il problema dell'eiaculazione precoce le abbia impedito di affrontare con serenità i rapporti sessuali. Ma vorrei innanzitutto farla riflettere che la sessualità non è tutta la relazione ( anche se ne è una parte importante) che si basa anche sull'intesa affettiva e sentimentale, sulla condivione di interessi, sulla solidarietà reciproca.

Lei non parla di cure e quindi non so se in passato o attualmente abbia cercato soluzioni al suo disturbo.In ogni caso ritengo importante che lei si affidi ora ad un buon medico andrologo per individuarne le cause, affiancando a questo un intervento di sostegno di tipo psicologico per combattere il suo stato attuale di depressione reattiva che le fa vedere tutto buio e senza possibili soluzioni, che invece esistono e possono migliorare la qualità globale della sua vita.

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

 

Tags: sessualità timidezza Eiaculazione precoce

0
condivisioni

Guarda anche...

Le parole della Psicologia

Satiriasi

La satiriasi è un termine usato in passato nella storia della medicina, indicante l'aumento in modo morboso dell'istinto sessuale nel maschio umano Il termine deriva dalla figura del satiro...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Che cos'ho? (1539793185617)

Jules, 26     Sono una persona che se le da fastidio qualcosa si toglie dalla situazione senza rompere troppo le scatole ma se vengo tirata in me...

Ansia, depressione (1539200804…

Marco, 30     Salve, volevo sapere cosa pensa della mia situazione e cosa sia meglio fare. A fine luglio ho fatto una prima donazione di sangue n...

Mi innamoro di persone che non…

Julia, 25     Buongiorno, sono una ragazza che non ha una normale vita sociale di una persona di 25 anni, né un buon rapporto con mio padre. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Abreazione

Il termine fu coniato da Freud e Breuer nel 1895 per designare il meccanismo inconscio, secondo il quale un individuo si libera dall’affetto connesso ad un even...

Afasia

L’afasia è un disturbo della formulazione e della comprensione di messaggi linguistici, che consegue a lesioni focali cerebrali, in persone che avevano in pre...

Borderline

“una malinconia terribile aveva invaso tutto il mio essere; tutto destava in me sorpresa e mi rendeva inquieto. mi opprimeva la sensazione che tutto era, ai mie...

News Letters

0
condivisioni