Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Tradimento reciproco (02121999)

on . Postato in Sessualità | Letto 150 volte

Roberta, 20 anni (2.12.99)

E' da 5 anni che sto con il mio ragazzo, lui ne ha 5 più di me. Pochi giorni fa, in una serie di circostanze per le quali dovrei dilungarmi troppo, si è presentata una ragazza nel locale dove io e il mio ragazzo lavoriamo. Sembrava che stesse proprio cercando lui e infatti... quando l'ha visto ha incominciato a parlargli come se fosse arrabbiata. Quando se ne è andata io ho voluto delle spiegazioni. Siamo usciti dal locale per andare via e sulla macchina del mio ragazzo c'era la pizza che poco prima quella ragazza aveva acquistato. Abbiamo discusso molto e lui poi mi ha confessato che lei è un'istruttrice di aerobica della palestra che lui frequenta 2 sere alla settimana per un corso di un particolare tipo di box. Lei ha iniziato a "puntarlo" per poi invitarlo una sera, dopo l'allenamento, a prendere un tè a casa sua. Lui inizialmente ha rifiutato, finchè una sera ha accettato. Lei gli ha detto che avrebbe voluto fare l'amore con lui, così ha lasciato un preservativo sul tavolo della cucina e lei è andata in camera. Lui ha infilato il preservativo, ma, come lui mi ha detto, non si è spogliato completamente. Quando è entrato in quella stanza ha deciso di ritornare sui suoi passi sfilandosi il preservativo e andandosene. Mi ha detto che si è reso conto dell'errore che stava facendo: mi avrebbe persa, e lui non lo voleva. Sono stata zitta e poi gli ho confessato che qualche mese fa ho dato un bacio ad un amico, ma è stato un bacio dato di sfuggita perchè anch'io mi sono sentita tremendamente in colpa. Io e il mio ragazzo non ci siamo lasciati. Penso che dovremmo risolvere il problema insieme. Sono innamorata davvero di lui. Lui ha detto di tenerci a me,ma ieri L'ha incontrata ed io li ho visti che parlavano come se nulla fosse successo. Vorrei sapere come posso essere sicura di quello che lui prova per me e come possiamo fare per ricominciare. Sarebbe giusto proibirgli di frequentare quella palestra? Poco fa mi ha confermato che per lui quella ragazza non conta assolutamente nulla. Come faccio a essere sicura che lui non sta mentendo? Grazie per la vostra attenzione.

In un rapporto di coppia non esiste la certezza della fedeltà dell'altro. Questa regola fa parte del gioco, anzi direi che è una delle regole fondamentali. Essere una coppia significa rinnovare continuamente la propria scelta dell'altro, e questo è possibile soltanto se vi sono delle alternative, altrimenti la scelta non esiste. Questo per dirti che non è nella certezza assoluta che sta la ricetta del vostro star bene insieme ma nella volontà reciproca di una continuazione del rapporto. Tu stessa hai provato attrazione o forse curiosità per un altro, dunque puoi renderti conto di come sia impossibile dare delle garanzie. L'unica garanzia è la voglia di tornare insieme dopo aver corso il rischio di scegliere altri, e solo la consapevolezza che questo rischio fa parte della vita stessa può rendere vivente un rapporto di coppia. Dunque, non torturarti, godi il tempo e le occasioni che avete da vivere insieme e, soprattutto, non cercare e non dare confessioni a tutti i costi, rispetta lo spazio di scelta del tuo uomo e contemporaneamente il tuo, sono zone in cui l'altro non ha nè il diritto nè il dovere di entrare. Tieni per te i tuoi rischi, e lascia che lui tenga per sè i suoi.

 


Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su
Vuoi conoscere i libri che parlano
di Ansia/ Stress per saperne di più?
Cercali su

logo psicologi italiani

 

logo psychostore


Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

sig (1509381564901)

Antony, 50     Da 5 anni, più o meno nel periodo tra ottobre e gennaio, mia moglie, 48 anni, è come se cambiasse personalità. ...

Fobia di non riuscire a tratte…

Marco989898, 14     Il mio problema è che ho la continua ossessione di andare in bagno e anche se all'inizio sembrerà  una cosa stupida, son...

E' realmente un problema? (151…

Flick, 27     Buongiorno, sono una donna di 27 anni e da quando ne ho compiuti più o meno 19, nei momenti di maggiore stress sento un forte impul...

Area Professionale

Proteggere il proprio nome onl…

Una cosa che si impara molto presto nel mondo di internet e della pubblicità online è che non serve, o meglio non basta, essere presenti nel web, aggiornare il ...

Il confine nelle dinamiche di …

Il Test I.Co.S. è un test semi-proiettivo che permette di ottenere indicazioni dettagliate sugli aspetti di personalità e sulle relazioni dei singoli soggetti a...

La Certificazione Psicologica:…

Nella pratica clinica è possibile trovarsi di fronte ad una specifica richiesta, da parte del paziente/cliente, di una Certificazione che attesti, sia dal punto...

Le parole della Psicologia

Noia

È  uno stato psicologico ed esistenziale di insoddisfazione, temporanea o duratura, nata dall'assenza di azione, dall'ozio o dall'essere impegnato in un'at...

Dipendenza

La dipendenza è una condizione di bisogno incoercibile di uno specifico comportamento o di una determinata sostanza (stupefacenti, farmaci, alcol, shopping, Int...

L’adolescenza

L'adolescenza (dal latino adolescentia, derivato dal verbo adolescĕre, «crescere») è quel tratto dell'età evolutiva caratterizzato dalla transizione dallo stato...

News Letters