Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Travestitismo e transessuali (147772)

on . Postato in Sessualità | Letto 29 volte

Alessio 36

 

Salve, vi scrivo per esporvi la mia situazione. Ho 36 anni e a 10 anni circa ho incominciato ad indossare indumenti femminili di mia madre, in particolare intimo. Questa tendenza a vestirmi da donna si è sempre manifestata in maniera alternata e spesso legata ad eccitazione sessuale. Negli ultimi anni è una cosa che faccio con regolarità, pur convivendo con una donna che sa di questo mio piacere ma che non ama condividerlo, quindi è una cosa che faccio nel privato e spesso, in inverno in particolare, indosso intimo sotto gli abiti maschili anche a lavoro. Con internet poi ho conosciuto il piacere di mostrare questo mio lato con video e foto senza espormi direttamente, difatti non sento il desiderio di uscire da donna e mostrarmi in panni femminili in pubblico. Ho avuto anche diverse esperienze sessuali sia con donne che con transessuali e con queste ultime il mio ruolo a letto è sempre stato quello della donna. Provo effettivamente una forte attrazione per il membro maschile ma non provando attrazione per tutto il resto che riguarda il corpo; vedi muscoli, peli, barba, odori e quanto altro, ho sempre soddisfatto le mie esigenze sessuali con i transessuali. L'unica cosa è che diciamo a volte mi sembra di essere ossessionato dal membro maschile perché in effetti mi piace pensarci e mi piace guardare anche immagini di quel tipo su internet e anche la sola vista mi provoca eccitazione e desiderio.
Volevo quindi chiedervi cosa può stare ad indicare tutto questo e quali sono le possibili motivazioni che potrebbero determinare queste mie esigenze.
Cordiali saluti
Alessio

 


/>Caro Alessio,
fare una diagnosi esatta dal racconto non è cosa semplice poichè si intravedono due parafilie non altrimenti specificate che richiedono un attenta analisi e cioè il parzialismo che è la tua vocazione per una sola parte del corpo:il pene maschile; la ginemimetofilia che è la modalità di travestitismo eccitatorio.
Per avere una maggior chiarezza nei tuoi pensieri ti consiglio di consultare uno psicologo psicoterapeuta psicodinamico che può aiutarti a capire sia le parafilie sia il tuo orientamento sessuale che ha molte lacune, non solo analizzare anche il tuo percorso di uomo dall'infanzia fino ad oggi che possono emergere alcune sorprese psicologiche.
Fatto un percorso terapeutico devi decidere l'importanza che ha la relazione di coppia stabile poichè fra voi non c'è accordo sessuale e andare a trovarlo fuori denuncia una non più relazionalità.
Auguri


(Risponde il Dott. Puggelli Sergio)

Pubblicato in data 08/11/2011
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di Sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Bisogno di aiuto (15124250707…

Sarab, 19     Buonasera,ho 19 anni ed ho da poco iniziato l'università. ...

manie e compulsioni (151195457…

Carolina, 50     Buongiorno, mio marito soffre di depressione per cui prende già dei farmaci ma soffre secondo me anche di ossessioni. ...

Aiuto consiglio (1512841413383…

Francesco, 30     Salve. Non questa estate appena passata ma la scorsa sono stato ricoverato in psichiatria con la forza senza il mio consenso. ...

Area Professionale

Sinergie tra avvocato e psicol…

In molte dispute legali il Giudice nomina un perito esperto della materia (CTU - consulente tecnico d'ufficio), delegato dal Tribunale ad esamniare il caso e a ...

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

Le parole della Psicologia

Training Autogeno

Il training autogeno nasce come tecnica ideata da J.H. Schultz, neurologo e psichiatra.Training significa “allenamento”, autogeno “che si genera da sé”; ciò dif...

Mild Cognitive Impairment (MCI…

È uno stato di confine o di transizione tra l’invecchiamento normale e la demenza, noto come “lieve compromissione cognitiva”. Il decl...

Podofobia

Una tra le paure meno conosciute sembra essere la podofobia ovvero la paura dei piedi. Il termine fobia (che in greco significa “paura” e “panico”)&n...

News Letters