Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Urofilia (6188)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 15 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Età, 23

Gentilissima PSICOLINE, innanzitutto complimenti per il Vostro sito, lo trovo molto utile ed interessante.
Vi scrivo per porvi una questione che un po' mi preoccupa, ma allo stesso tempo mi incuriosisce.
Riguarda mio marito. Da sempre, durante i nostri rapporti sessuali, mi chiede di urinare e lui mi rimane a guardare visibilmente eccitato. Soffre di urofilia?
Vorrei sapere dal punto di vista psicologico cosa può significare, se è una perversione che nasconde qualcosa o se è qualcosa che si può considerare normale. Vi descrivo a grandi linee la sua personalità, in modo che possiate avere un quadro generale della situazione. E' un ragazzo affettuoso, dolce, innamorato e premuroso nei miei confronti ed è il classico "simpaticone"
della compagnia, allegro, scherzoso, sempre con la battuta pronta.
Per gioco, con me spesso fa il bambino indifeso e bisognoso di protezione, con la vocina e gli atteggiamenti tipici di un bimbo! E ha 33 anni! A me fa una tenerezza!
Vorrei precisare che tre anni fa ha perso la sua mamma e quando aveva 18 anni, il papà (anch'io sono nella stessa situazione, ho perso mio papà cinque anni fa e mia mamma l'anno scorso). Vi ringrazio per la Vostra cortese attenzione e attendo Vostra risposta ed eventuali consigli.
Grazie mille!

Cara signorina, per sapere se il suo ragazzo soffre o meno di una parafilia, dovrebbe chiederlo a lui. Quando si parla di parafilie, il canone più importante per definirle tali è che siano l'unico modo per raggiungere l'eccitazione.
Ossia, nel caso del suo ragazzo, se lui non riuscisse ad avere rapporti sessuali se non vedendola urinare, allora si potrebbe pensare ad una parafilia. Altrimenti, si tratta di una preferenza, magari una fantasia, una sorta di sogno proibito...oppure
di una semplice curiosità. Ciò che distingue una parafilia da comportamenti normali è proprio l'assoluta necessità, l'impossibilità di fare sesso in altro modo.
Le consiglio comunque di parlarne con il suo ragazzo, magari lui saprà essere più esauriente.

( risponde la dott.ssa Serena Leone )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi delle Tecniche di Rilassamento e della Meditazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Marito confuso (1521708111477)

luisa, 48     Buongiorno, chiedo parere per mio marito 44 anni. Siamo sposati da 10 anni con bimbo di 9. Mi ha lasciata per una pausa di riflessi...

Che fare? (1520934157214)

Roberta, 26     Buongiorno, sto insieme al mio ragazzo da 5 anni e dopo alcuni alti e bassi, circa 6 mesi fa abbiamo deciso di provare a vivere i...

Amore non corrisposto (152165…

very, 19     Salve, le scrivo perchè non riesco a liberarmi di una persona... ...

Area Professionale

Introduzione al Test del Villa…

Introduzione al Test del Villaggio secondo il Metodo Evolutivo-Elementale (infanzia, adolescenza, età adulta). L’idea che sta alla base del Test del Villaggio è...

Obesità e Confine del Sé nel T…

In tutti i disturbi del comportamento alimentare, ed in particolare nell'obesità, troviamo le problematiche relative alla dimensione del dare/avere e del dentro...

La misura del cambiamento in p…

Il Test semiproiettivo I.Co.S. (Indice del Confine del Sé), in quanto strumento capace di rilevare efficacemente e dettagliatamente lo stile di gestione delle r...

Le parole della Psicologia

Barbiturici

Con il termine Barbiturici si indica quella classe di farmaci anestetici, antiepilettici ed ipnotici, derivati dall’acido barbiturico (o malonilurea), che hanno...

Egocentrismo

L’egocentrismo è l'atteggiamento e comportamento del soggetto che pone se stesso e la propria problematica al centro di ogni esperienza, trascurando la presenza...

Istinto

Il termine istinto, come indica l'etimologia stessa (il termine latino “instinctus”, deriva da instinguere, incitare), è usato nel linguaggio ordinario per indi...

News Letters

0
condivisioni