Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Vaginismo (144430)

on . Postato in Sessualità | Letto 3 volte

Rosa 37

Salve, è da cinque anni che sono sposata ed ancora non avuto rapporti intimi con mio marito, faccio una premessa io ho un infanzia molto brutta tra separazione dei miei genitori e poi la loro morte e anche mi sono venute a mancare tante persone a me care, alcune volte ci penso. Altre volte mi viene da piangere! Ho pensato anche di lasciarlo ma gli voglio bene e poi non granchè di soldi come mantenermi. Lui si comporta come se non ci fosse molte da risolvere. Lei che cosa mi consiglia di fare? Saluti e grazie. Rosa

Cara Rosa, intanto dovresti capire che provi veramente per tuo marito e, se l'inibizione che vivi, è legata solo alla tua storia o anche a lui. Questa mancanza di intimità sembra una sorta di limbo che ti consente di non coinvolgerti e quindi di rimanere sulla soglia del rapporto. Dove sei? E soprattutto dove vuoi essere. Il problema non è la paura, ma l'incapacità di credere che la gioia possa entrare nella tua vita. Il territorio dei tuoi pensieri non è più la presenza, ma l'assenza e così il non fare, il non prendere l' unico possibile estremo rifugio per evitare di soffrire. Il problema ulteriore  è la collusione in questo con tuo marito che a sua volta nega il disagio e  cerca di andare avanti. Forse più che scappare senza speranze o rimanere per bisogno sarebbe il caso di chiedere aiuto ad un bravo psicologo della coppia anche eventualmente in un consultorio familiare. Un saluto.

(Risponde la Dott.ssa Bosa Lucia Daniela)

Pubblicato in data 21/07/2010
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di Sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

sig (1509381564901)

Antony, 50     Da 5 anni, più o meno nel periodo tra ottobre e gennaio, mia moglie, 48 anni, è come se cambiasse personalità. ...

Fobia di non riuscire a tratte…

Marco989898, 14     Il mio problema è che ho la continua ossessione di andare in bagno e anche se all'inizio sembrerà  una cosa stupida, son...

E' realmente un problema? (151…

Flick, 27     Buongiorno, sono una donna di 27 anni e da quando ne ho compiuti più o meno 19, nei momenti di maggiore stress sento un forte impul...

Area Professionale

Proteggere il proprio nome onl…

Una cosa che si impara molto presto nel mondo di internet e della pubblicità online è che non serve, o meglio non basta, essere presenti nel web, aggiornare il ...

Il confine nelle dinamiche di …

Il Test I.Co.S. è un test semi-proiettivo che permette di ottenere indicazioni dettagliate sugli aspetti di personalità e sulle relazioni dei singoli soggetti a...

La Certificazione Psicologica:…

Nella pratica clinica è possibile trovarsi di fronte ad una specifica richiesta, da parte del paziente/cliente, di una Certificazione che attesti, sia dal punto...

Le parole della Psicologia

Carattere

Dal greco karasso, che significa letteralente "incidere", è l'insieme delle doti individuali e delle disposizioni psichiche di un individuo. Può anche essere...

Angoscia

« Con il termine angoscia non intendiamo quell'ansietà assai frequente che in fondo fa parte di quel senso di paura che insorge fin troppo facilmente. L'angosci...

Tecnostress - Tecnofobia

Il Tecnostress (o tecnofobia) è una patologia che scaturisce dall'uso eccessivo e simultaneo di quelle informazioni che vengono veicolate dai videoschermi. Ess...

News Letters