Pubblicità

Vaginismo (144430)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 67 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Rosa 37

Salve, è da cinque anni che sono sposata ed ancora non avuto rapporti intimi con mio marito, faccio una premessa io ho un infanzia molto brutta tra separazione dei miei genitori e poi la loro morte e anche mi sono venute a mancare tante persone a me care, alcune volte ci penso. Altre volte mi viene da piangere! Ho pensato anche di lasciarlo ma gli voglio bene e poi non granchè di soldi come mantenermi. Lui si comporta come se non ci fosse molte da risolvere. Lei che cosa mi consiglia di fare? Saluti e grazie. Rosa

Cara Rosa, intanto dovresti capire che provi veramente per tuo marito e, se l'inibizione che vivi, è legata solo alla tua storia o anche a lui. Questa mancanza di intimità sembra una sorta di limbo che ti consente di non coinvolgerti e quindi di rimanere sulla soglia del rapporto. Dove sei? E soprattutto dove vuoi essere. Il problema non è la paura, ma l'incapacità di credere che la gioia possa entrare nella tua vita. Il territorio dei tuoi pensieri non è più la presenza, ma l'assenza e così il non fare, il non prendere l' unico possibile estremo rifugio per evitare di soffrire. Il problema ulteriore  è la collusione in questo con tuo marito che a sua volta nega il disagio e  cerca di andare avanti. Forse più che scappare senza speranze o rimanere per bisogno sarebbe il caso di chiedere aiuto ad un bravo psicologo della coppia anche eventualmente in un consultorio familiare. Un saluto.

(Risponde la Dott.ssa Bosa Lucia Daniela)

Pubblicato in data 21/07/2010
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di Sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ansia, depressione (1539200804…

Marco, 30     Salve, volevo sapere cosa pensa della mia situazione e cosa sia meglio fare. A fine luglio ho fatto una prima donazione di sangue n...

Mi innamoro di persone che non…

Julia, 25     Buongiorno, sono una ragazza che non ha una normale vita sociale di una persona di 25 anni, né un buon rapporto con mio padre. ...

Superare una violenza subita (…

Cima, 23     Quasi due anni fa sono stata violentata da un ragazzo che conosco. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Onicofagia

L'onicofagia, meglio conosciuta come il brutto vizio di mangiarsi le unghie, è un’impulso incontrollabile definito in ambito psicologico come disturbo del compo...

Parafrenia

Sindrome psicotica, caratterizzata da vivaci allucinazioni (per lo più uditive, ma anche visive, tattili, olfattive, ecc.) e da idee deliranti, associate a di...

Funzione riflessiva

“La funzione riflessiva è l’acquisizione evolutiva che permette al bambino di rispondere non solo al comportamento degli altri, ma anche alla sua concezione dei...

News Letters

0
condivisioni