Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Verginità (80921)

on . Postato in Sessualità | Letto 8 volte

Gloria, 33 anni

Gentile Dott., leggo con molto interesse le Vs. pubblicazioni e perciò data la serietà del servizio confido nell'esporre il mio problema o meglio quello che per me lo sta diventando. Le spiego: ho 33 anni e sia per l'educazione familiare ricevuta che per serietà mia personale non ho ancora avuto rapporti sessuali completi con un uomo. (E' quasi vergognoso dati i tempi che corrono, ma questa è la verità). Ho avuto storie sentimentali sempre serie; infatti quando accetto di uscire con un ragazzo in via continuativa è perchè il mio scopo è quello di conoscerlo per formare una famiglia o se non altro per starci bene come persona perchè ritengo che il rapporto sessuale deve essere il completamento di due persone.
Adesso ho conosciuto un ragazzo di 34 anni che per è molto posato, dimostra interesse per me e ha detto di non avere neanche lui rapporti sessuali oltre a storie d'amore perchè lui ritiene che il sesso non debba essere solo ai fini di gradimento da fare con la prima persona che si incontra. Ecco io provo molto imbarazzo nella situazione in cui mi trovo e non so se considerarmi una fuori del mondo, all'antica e come risolvere il mio problema che mi sta logorando. La ringrazio e confido in una Vs. risposta.
Gloria

Cara Gloria, sinceramente mi è piuttosto difficile capire quale sia il problema che l'affligge. Capisco che lei possa sentirsi una diversa per la scelta che ha fatto riguardo alla sessualità, ma mi sembra convinta della sua scelta, non pentita, e quindi la sua diversità non dovrebbe essere così difficile da gestire.
A maggior ragione nella situazione di cui scrive: ha incontrato un uomo che le piace, con cui condivide molto, e che ha valori simili ai suoi rispetto alla sessualità. Se per lei questo rapporto è importante, potrebbe affrontare il discorso con quest'uomo; mi sembra di capire che viviate sentimenti simili riguardo alla sessualità, quindi penso che lui potrebbe ben comprendere la sua scelta. Non c'è bisogno che lei si consideri né all'antica né fuori dal mondo,Gloria. La sessualità è una sfera estremamente personale, non c'è nessuno che possa dirle cosa è giusto o cosa non è giusto a riguardo,è solo lei a saperlo. Vedrà che, quando si sentirà pronta, se ne accorgerà,e le verrà spontaneo. Non abbia paura.

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Aiuto consiglio (1512841413383…

Francesco, 30     Salve. Non questa estate appena passata ma la scorsa sono stato ricoverato in psichiatria con la forza senza il mio consenso. ...

Ansia e derealizzazione (1511…

LukasV, 25     Salve, sto passando un periodo difficile in cui c'è di mezzo una sentenza (tra pochi giorni) per il futuro dell'affidamento di mio...

matrimonio, figli, amante (151…

tosca, 35     Sono una donna sposata da solo un anno, ma la relazione dura da circa 10 anni. ...

Area Professionale

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

La psicologia incontra l'arte …

Ancora una volta la psicologia scende fra la gente e si preoccupa del benessere e della bellezza. Ancora una volta gli psicologi dimostrano una grande capacità ...

Le parole della Psicologia

Affetto

L'affetto (dal latino adfectus, da adficere, cioè ad e facere, che significa "fare qualcosa per") è un sentimento di particolare intensità...

Negazione

La negazione è un meccanismo di difesa. Fu descritto per la prima volta nel 1895 da Sigmund Freud nei suoi Studi sull’isteria. Freud utilizza il termine per i...

Frotteurismo

Il Frotteurismo è una parafilia consistente nell’impulso di toccare e strofinarsi contro persone non consenzienti, al fine di conseguire l’ec...

News Letters