Pubblicità

Violenza sessuale (000310)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 36 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Sara 23 anni, 05.04.2004

Ho subito una violenza sessuale quando avevo circa 16 anni da parte del mio ex ragazzo (se così si puo' definire a quel'età), e ancora adesso me ne do la colpa (mi picchiava spesso per cui avrei potuto prevedere la cosa e andarmene via prima).
Cmq credo di aver superato abbastanza la cosa e fino a qualche tempo fa avevo una vita normale.
Una decina di mesi fa ho però subito nuovamente uno stupro da parte di due uomini.
Ho fatto denuncia e tutto il resto evitando di parlarne con nessuno della mia famiglia (lo sa solo il mio ragazzo).
Il fatto che mi sia capitato di nuovo mi fa pensare che ci sia qualcosa che non va in me, o che spinge la gente a farm del male e questo mi disintegra.
Nei momenti di peggior depressione finisco col cercare anche di farmi del male (di solito comincio a farmi dei tagli sul corpo o a picchiarmi da sola).
Ci sono anche dei momenti in cui mantengo la lucidità (come adesso) e capisco che non è colpa mia ma spesso non riesco a controllarmi.
E poi ho paura di rovinare il rapporto con il mio ragazzo.
Lo amo, ma a volte ho paura di lui e non voglio ferirlo. E non voglio nemmeno che debba "occuparsi" di me. Cosa posso fare?

Il fatto che hai subito per ben due volte violenza sessuale mi fa provare molta comprensione (e molta ne deve avere il tuo ragazzo) e pensare quanto sfortunata sei stata perché in realtà non ne hai assolutamente colpa.
Anche se ormai le due brutte esperienze ti avranno preparata ad essere più accorta nelle situazioni sociali.
Non credo ci sia qualcosa che non vada in te, è il mondo che è crudele e senza pietà.
In questo momento è importante l´accettazione piena di te stessa, di come sei fatta, con le tue debolezze e i tuoi aspetti più forti. Cerca di volerti più bene, di piacerti di più, di apprezzarti maggiormente in tutte le circostanze che vivi.
Regalati pensieri e sentimenti positivi, le cose belle esistono, basta aprire gli occhi: tu hai tutti i diritti di essere accettata e amata come sei e come desideri (il tuo ragazzo può contribuire e fare qualcosa per realizzare questo).
Ti auguro di ritrovare serenità ed equilibrio interiore: pensa che il regalo più bello che puoi avere dipende solo da te, dalla tua forza interiore.
0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi delle Tecniche di Rilassamento e della Meditazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Senso di colpa di per aver det…

Delia, 36     Mio figlio di tre anni e mezzo, sta avendo difficoltà ad ambientarsi alla scuola materna. ...

Come non riesco a vivere (1541…

Giulietta, 21     Salve.. Mi chiamo Giulia, ho 21 anni e penso di avere dei seri problemi con l'ansia e le relazioni. ...

Compagno con attacchi di rabbi…

Chiara, 41     Sono Chiara ho 41 anni e sono incinta del mio primo figlio al quinto mese, ho sposato il mio compagno un mese fa, stiamo insieme d...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Elettroshock

Di solito, la TEC, eseguita in anestesia, è una tecnica scevra da collateralità e con bassa incidenza di mortalità. Le complicanze mediche più frequenti, tutt...

Disturbo schizotipico di perso…

Disturbo di personalità  caratterizzato da  isolamento sociale, comportamento insolito e bizzarro,  “stranezze del pensiero.” Il Disturbo schizo...

Archetipo

“La nostra psiche è costituita in armonia con la struttura dell'universo, e ciò che accade nel macrocosmo accade egualmente negli infinitesimi e più soggettivi ...

News Letters

0
condivisioni