Pubblicità

Violenza su bambina (135221)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 39 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Ragazzo premuroso 21

Salve, voglio chiedervi un consiglio che reputo possa essere utile anche per tante altre persone: la mia ragazza (18) ed io (21) stiamo insieme da 4 mesi e non abbiamo ancora mai fatto sesso, nonostante lei sia spesso provocante via sms. Lei è vergine. Le occasioni in cui ne abbiamo avuto possibilità ci sono state ma lei si è sempre fermata prima, come se fosse spaventata. Qualche giorno fa, dopo una situazione analoga mi ha chiesto scusa e mi ha raccontato che quando aveva 5 anni suo cugino ha cercato di "farle delle cose", io ho cercato di capire meglio la vicenda ma non volevo essere invadente vista la situazione delicata; lei poi ha aggiunto che lui questa cosa "l'ha fatta, ma io ovviamente non ci sono riuscita perchè ero troppo piccola". Dopo ha aggiunto che lui non l'ha violentata però la ha profondamente scioccata perchè era piccola, e quindi ora ha paura, che si fida di me ma ha come un blocco. Poi mi ha detto che lei ha già fatto certe cose (mai sesso) ma le tornano sempre in mente quei momenti così nitidi. Ora quello che vi chiedo è: come posso aiutarla a superare il suo terribile ricordo? Il fatto è avvenuto ben 13 anni fa, e solo in quella occasione, in quanto ora è in buoni rapporti con il cugino. Ma come posso aiutarla a fidarsi e a lasciarsi andare? La amo quindi non è il tempo che mi spaventa, ma se avete qualche consiglio vi sarei grato.

Caro ragazzo premuroso, ma non troppo visto che non metti neppure il nome di battesimo quindi anche tu qualche problemino psicologico relazionale ce l'hai. Preso atto del racconto credo che alla ragazza sia opportuno fare una psicoterapia psicodinamica per capire quali siano i traumi provocati da quel fatidico incontro, anche se non è stata violentata qualcosa può senz'altro averla turbata quindi l'aiuto dello specialista è estremamente importante. Risolto questo quesito se ancora come coppia non riuscite ad avere rapporti vi consiglio di consultare uno psicoterapeuta sessuologo che con tecniche specifiche vi aiuterà a superare l'impatto della prima volta. Auguri.

(Risponde il Dott. Sergio Puggelli)

Pubblicato in data 25/06/09
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di Sessualità per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Compagno con attacchi di rabbi…

Chiara, 41     Sono Chiara ho 41 anni e sono incinta del mio primo figlio al quinto mese, ho sposato il mio compagno un mese fa, stiamo insieme d...

Bambina 10 anni e morte del no…

ELI, 43     Buongiorno, sono mamma di una bambina di 10 anni molto vivace intelligente e matura e al tempo stesso molto sensibile e ansiosa. ...

Cattivo rapporto con i genitor…

Fatina, 17     Da 4 mesi a questa parte non riesco più a stare bene, sia mentalmente che fisicamente. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Sindrome di Stoccolma

Con l'espressione Sindrome di Stoccolma si intende un particolare stato di dipendenza psicologica e/o affettiva che si manifesta in alcuni casi in vittime di ep...

Illusioni

Il termine illusione (dal latino illusio, derivato di illudere, "deridere, farsi beffe") indica, in genere, quelle percezioni reali, falsate dall'intervento di ...

Balbuzie

La balbuzie interessa circa l’1% della popolazione mondiale (tasso di prevalenza), ma circa il 5% può dire di averne sofferto in qualche misura nel...

News Letters

0
condivisioni