Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Vita di coppia (000566)

on . Postato in Sessualità | Letto 9 volte


Fabrizio, 29 anni

Salve, scrivo questa lettera per esternare un briciolo di disagio che si sta instaurando tra me ed il mio compagno di vita. Sono gay dichiaratissimo e convinto e da circa 10 mesi ho una relazione con un uomo di 10 anni piu grande di me. Questa scentilla tra lui e me è stata la mia salvezza pechè da circa 5 anni ho sofferto terribilmente per i mio migliore amico che purtroppo, essendo etero, non ha potuto in alcun modo ricambiare l'affetto ed il morboso amore che provavo nei suoi confronti.
Ora, grazie al mio compagno questa sofferenza è andata svanendo me è rimasta comunque dentro di me un' enorme frattura.
Non so se quanto sopra possa centrare qualcosa col mio problema comunque il motivo per cui scrivo questa lettera è che col mio compagno non riesco ad avere rapporti sessuali completi. Premetto che in 10 mesi di convivenza io con lui non ho mai raggiunto l'orgasmo con conseguente frustrazione per entrambi.
Il fatto è che non ci provo neanche, come se qualcosa mi bloccasse. Lui è una persona piu matura e sicura di se stesso, per contro io sono sempre stato un po piu fragile ma questa situazione deve finire. Dove si compera la fiducia?
Non credo di avere problemi fisici perchè con la masturbazione tutto fila liscio ma quando sono con lui... anche se ho una forte erezione fatico a mantenerla e, troppo spesso mi concentro di piu sul suo piacere che sul mio. Finisco col dire a titolo informativo che la nostra non è una coppia versatile essendo io solo ricettivo.Grazie.

Gentile fabrizio, lei ha provato a parlare con questa persona delle sue difficolta'? Non so quanto si tratti di un discorso di fiducia, sicuramente il suo percorso interiore e le fratture di cui mi parla andrebbero analizzate con il supporto di un professionista esperto in questo genere di problematiche. Inoltre trattandosi di un problema di mantenimento dell'erezione, anche se lei esclude totalmente il punto di vista organico, potrebbe comunque rivolgersi ad un andrologo per escludere anche questa ipotesi e concentrarsi sulle dinamiche della vostra coppia, per cercare di instaurare una relzione piu' equilibrata in cui vi sia l'appagamento di entrambi non solo a livello fisico. Buona fortuna.

( risponde la dott.ssa Benedetta Mattei )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di coppia e famiglia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Bisogno di aiuto (15124250707…

Sarab, 19     Buonasera,ho 19 anni ed ho da poco iniziato l'università. ...

manie e compulsioni (151195457…

Carolina, 50     Buongiorno, mio marito soffre di depressione per cui prende già dei farmaci ma soffre secondo me anche di ossessioni. ...

Aiuto consiglio (1512841413383…

Francesco, 30     Salve. Non questa estate appena passata ma la scorsa sono stato ricoverato in psichiatria con la forza senza il mio consenso. ...

Area Professionale

Sinergie tra avvocato e psicol…

In molte dispute legali il Giudice nomina un perito esperto della materia (CTU - consulente tecnico d'ufficio), delegato dal Tribunale ad esamniare il caso e a ...

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

Le parole della Psicologia

Disturbo schizoide di personal…

Disturbo di personalità caratterizzato da mancato desiderio o piacere ad instaurare relazioni altrui e chiusura verso il mondo esterno. Il disturbo schizoide d...

Eisoptrofobia

L'eisoptrofobia o spettrofobia (da non confondere con la paura degli spettri, phasmofobia) è la paura persistente, irrazionale e ingiustificata degli specchi, o...

Narcisismo

La parola "narcisismo" proviene dal mito greco di Narciso. Secondo il mito Narciso era un bel giovane che rifiutò l'amore della ninfa Eco. Come punizione, fu d...

News Letters