Pubblicità

A Good Game Of Golf -- Mind Over Matter

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 253 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Ever stood on the tee and as you feel the eyes on the other golfers on you, your heart starts to race, your palms become sweaty, and you worry about making a mess of the shot? If this has happened, you are experiencing performance stress. A new study from the University of Alberta shows the strategies that elite golfers use to manage performance stress effectively. A study of 18 of Ireland's best young international male golfers aged 14 to 21 revealed differences between golfers' attempts at coping with stress. The golfers were asked to report on times when they coped very well under stress, and times when they coped badly.

"We found some interesting differences between effective and ineffective coping. In general, effective coping involved gaining a sense of control, while ineffective coping involved the golfers trying to force their play," said co-author Dr. Nick Holt, a professor of Physical Education and Recreation at the University of Alberta, and a Certified Consultant with the Association for the Advancement of Applied Sport Psychology. The study, published in the June edition of The Sport Psychologist, was conducted jointly with Dr. Adam Nicholls from the University of Hull in the United Kingdom.

During effective coping golfers maintained a positive mindset by using positive self-talk, blocking negative thoughts, and focusing on the next shot (rather than on past shots). They stayed physically relaxed by using deep breathing exercises and stretching. Finally, they sought advice from their caddies, and were sure to follow their playing routine.

tratto da ScienceDaiily - prosegui nella lettura dell'articolo

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Aiuto urgente (1554296627141)

Virginia, 17     Avrei urgentemente bisogno di aiuto, soffro d'ansia da qualche anno e, adesso che mi sono momentaneamente ritirata dalla scuol...

Collega con manie ossessive co…

Rebecca, 29     Buongiorno vorrei un consiglio su come rapportarmi con una collega arrivata in studio da pochi mesi con contratto a termine rin...

Confusione e stress (155330395…

Elena, 22     Buonasera, cercherò di spiegare al meglio la mia situazione. Ho 22 anni e sono fidanzata con R. da quasi 8 anni e ho una bambina ...

Area Professionale

Articolo 13 - il Codice Deonto…

Proseguiamo, con il commento all'art.13 (obbligo di referto o di denuncia), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo settim...

La nera depressione e il Confi…

Elementi prognostici ed esperienze traumatiche nel Test I.Co.S. Un caso clinico di depressione analizzato ed illustrato attraverso l'utilizzo del Test Indice de...

Articolo 12 - il Codice Deonto…

Prosegue, con l'art.12, il lavoro di commento al Codice Deontologico degli Psicologi Italiani, a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini. Articolo 12 L...

Le parole della Psicologia

Catatonia

La prima descrizione della catatonia risale al 1874, quando lo psichiatra tedesco Karl Kahlbaum, nella sua monografia dal titolo Die Katatonie oder das Spannung...

Autotopoagnosia

L'autotopoagnosia è un disturbo di rappresentazione corporea, clinicamente raro, in cui è presente l'incapacità di indicare le parti del corpo. Nella maggior p...

Il linguaggio

L’uomo comunica sia verbalmente che attraverso il non verbale. Il processo del linguaggio ha suscitato da sempre l’interesse degli studiosi essendo essa una car...

News Letters

0
condivisioni