Pubblicità

A Venezia filosofi e medici parlano di dolore

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 299 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)


Medici e filosofi insieme per parlare del dolore. Due punti di vista diversi, uno teso a dominare il dolore attraverso il gesto tecnico, l'altro attraverso la parola e la riflessione. Proprio in questa prospettiva si pone l'iniziativa curata da Lamberto Pressato, presidente dell'Ordine dei Medici di Venezia, e da Silvia Voltolina, direttore di "Simplegadi rivista di filosofia interculturale", che prenderà il via il prossimo 21 marzo con l'incontro dal titolo "Il velo di maia ovvero il dolore spiegato".

La ricerca e il progresso delle tecniche mediche hanno certamente riscattato l'uomo da molti dolori, ma hanno anche creato un nuovo quadro di esperienza: la sofferenza si è riformulata secondo un'altra qualità rispetto al passato. Non è dunque più sufficiente il solo linguaggio della tecnica per "comprendere, strappare o rivelare" il dolore dell'uomo, per far questo serve altro, e cioè l'umiltà di una riflessione umanistica e filosofica che si ponga dalla parte dell'uomo mentre soffre. Provano a seguire il percorso di questa riflessione l'Omceo di Venezia e la rivista filosofica Simplegadi, con tre incontri sul tema "Il dolore spiegato", che rappresentano una rara occasione di riflessione su argomenti legati alla professione del medico e alla vita dell'uomo.

Il primo dei tre appuntamenti, che si svolgerà il 21 marzo, è dedicato al velo di maia: "quando viviamo il dolore come qualcosa che sta sotto la vita. Quando alla medicina chiediamo di strapparne il velo, di svelare il dolore, e alla filosofia di spiegarne il perché".

Tratto da Yahoo! salute - prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Aiuto urgente (1554296627141)

Virginia, 17     Avrei urgentemente bisogno di aiuto, soffro d'ansia da qualche anno e, adesso che mi sono momentaneamente ritirata dalla scuol...

Collega con manie ossessive co…

Rebecca, 29     Buongiorno vorrei un consiglio su come rapportarmi con una collega arrivata in studio da pochi mesi con contratto a termine rin...

Confusione e stress (155330395…

Elena, 22     Buonasera, cercherò di spiegare al meglio la mia situazione. Ho 22 anni e sono fidanzata con R. da quasi 8 anni e ho una bambina ...

Area Professionale

La nera depressione e il Confi…

Elementi prognostici ed esperienze traumatiche nel Test I.Co.S. Un caso clinico di depressione analizzato ed illustrato attraverso l'utilizzo del Test Indice de...

Articolo 12 - il Codice Deonto…

Prosegue, con l'art.12, il lavoro di commento al Codice Deontologico degli Psicologi Italiani, a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini. Articolo 12 L...

Articolo 11 - il Codice Deonto…

con l'art.11 proseguiamo su Psiconline.it, anche questa settimana, il lavoro di commento al Codice Deontologico degli Psicologi Italiani, a cura di Catello Parm...

Le parole della Psicologia

Mobbing

Il termine mobbing deriva dall’inglese “to mob” e significa assalire, soffocare, malmenare. Questo termine fu utilizzato per la prima volta in etologia da Konra...

Il linguaggio

L’uomo comunica sia verbalmente che attraverso il non verbale. Il processo del linguaggio ha suscitato da sempre l’interesse degli studiosi essendo essa una car...

Carattere

Dal greco karasso, che significa letteralente "incidere", è l'insieme delle doti individuali e delle disposizioni psichiche di un individuo. Può anche essere...

News Letters

0
condivisioni