Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

A Venezia filosofi e medici parlano di dolore

on . Postato in News di psicologia | Letto 177 volte



Medici e filosofi insieme per parlare del dolore. Due punti di vista diversi, uno teso a dominare il dolore attraverso il gesto tecnico, l'altro attraverso la parola e la riflessione. Proprio in questa prospettiva si pone l'iniziativa curata da Lamberto Pressato, presidente dell'Ordine dei Medici di Venezia, e da Silvia Voltolina, direttore di "Simplegadi rivista di filosofia interculturale", che prenderà il via il prossimo 21 marzo con l'incontro dal titolo "Il velo di maia ovvero il dolore spiegato".

La ricerca e il progresso delle tecniche mediche hanno certamente riscattato l'uomo da molti dolori, ma hanno anche creato un nuovo quadro di esperienza: la sofferenza si è riformulata secondo un'altra qualità rispetto al passato. Non è dunque più sufficiente il solo linguaggio della tecnica per "comprendere, strappare o rivelare" il dolore dell'uomo, per far questo serve altro, e cioè l'umiltà di una riflessione umanistica e filosofica che si ponga dalla parte dell'uomo mentre soffre. Provano a seguire il percorso di questa riflessione l'Omceo di Venezia e la rivista filosofica Simplegadi, con tre incontri sul tema "Il dolore spiegato", che rappresentano una rara occasione di riflessione su argomenti legati alla professione del medico e alla vita dell'uomo.

Il primo dei tre appuntamenti, che si svolgerà il 21 marzo, è dedicato al velo di maia: "quando viviamo il dolore come qualcosa che sta sotto la vita. Quando alla medicina chiediamo di strapparne il velo, di svelare il dolore, e alla filosofia di spiegarne il perché".

Tratto da Yahoo! salute - prosegui nella lettura dell'articolo

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

ansia (1510264195644)

Vanessa, 44     Ciao. Sono una donna single, innamorata dei viaggi. ...

Credo che al mio ragazzo inte…

Flavia, 23     Salve, sono una ragazza di 23 anni. Per cinque mesi sono stata con un ragazzo che ho lasciato nei giorni scorsi. ...

Depressione a causa di una rag…

Pasq, 25     Sono un ragazzo di 25 anni, 1 anno fa conobbi una ragazza, e subito abbiamo stretto amicizia e siamo diventati molto amici. ...

Area Professionale

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

La psicologia incontra l'arte …

Ancora una volta la psicologia scende fra la gente e si preoccupa del benessere e della bellezza. Ancora una volta gli psicologi dimostrano una grande capacità ...

Le parole della Psicologia

Gestalt

Con il termine Gestalt si va a designare un importante indirizzo della psicologia moderna, secondo il quale l’esperienza percettiva e per estensione, la vita ps...

Agnosia

L'agnosia (dal greco a-gnosis, "non conoscere") è un disturbo della percezione caratterizzato dal mancato riconoscimento di oggetti, persone, suoni, form...

Balbuzie

La balbuzie interessa circa l’1% della popolazione mondiale (tasso di prevalenza), ma circa il 5% può dire di averne sofferto in qualche misura nel...

News Letters