Pubblicità

Abuso e suicidio

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 299 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
PSICONLINE® NEWS n.80 - 7.10.2001

Uno studio compiuto recentemente a Sidney (Australia) da parte di un'equipe del Sidney's Westmead Children's Hospital ha rilevato che i bambini che hanno subito violenze di natura sessuale mostrano una probabilità 10 volte maggiore dei loro coetanei di sviluppare comportamenti suicidari. La ricerca è stata condotta nel tempo su un campione di circa 200 bambini con esperienze di abuso sessuale di età compresa tra i 5 ed i 10 anni; tre di essi hanno compiuto il suicidio, il 32% lo ha tentato ed il 43% ha mostrato pensieri ricorrenti di suicidio.
Il pediatra Kim Oates, che ha partecipato alla ricerca, ha affermato che questi dati mostrano l'alta incidenza di profondi sentimenti depressivi tra i bambini abusati: " Abbiamo visto molti di questi ragazzi con un disturbo depressivo già strutturato associato a gravi problemi di autostima..Molti di loro presentano anche problemi comportamentali, incluso le condotte ribelli ed asociali, ed un alto livello di ansia libera..L'abuso sessuale sembra caratterizzarsi come uno dei primi fattori di rischio suicidario tra i più giovani".

(tratto da: "Abused children more likely to suicide, study shows" - Deutsche Presse-Agentur GmbH - Sept 2001)

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Aiuto (1539692710493)

JESSICA,40     Vivo un periodo difficile, dove l'ex del mio compagno fa di tutto per farti saltare le rotelle...e ci riesce, mi spia nei social, ...

Che cos'ho? (1539793185617)

Jules, 26     Sono una persona che se le da fastidio qualcosa si toglie dalla situazione senza rompere troppo le scatole ma se vengo tirata in me...

Ansia, depressione (1539200804…

Marco, 30     Salve, volevo sapere cosa pensa della mia situazione e cosa sia meglio fare. A fine luglio ho fatto una prima donazione di sangue n...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Pregoressia

È un disturbo alimentare, noto anche come mammoressia, legato all’ossessione di tornare subito in forma dopo il parto Non si tratta di un deficit contemplato n...

Agorafobia

Il termine agorafobia viene dal greco e letteralmente significa: "paura degli spazi aperti”. Le persone che ne soffrono temono perciò lo spazio esterno, vissuto...

Catarsi

Catarsi è un termine greco che deriva da kathàiro, "io pulisco, purifico", quindi significa “purificazione, liberazione, espiazione, redenzione”. Per i pitagor...

News Letters

0
condivisioni