Pubblicità

Adolescenti arrabbiati: ma che cosa hanno in testa?

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 459 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Teenager aggressivi, oppositivi, in continuo contrasto con i genitori? C’è qualcosa che non va nella loro testa spesso pensano, disperati, i genitori. La realtà non è forse così lontana. Almeno è quanto sostengono gli autori di un recente studio, pubblicato sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences, secondo i quali i ragazzi “perennemente arrabbiati” presenterebbero una morfologia cerebrale significativamente diversa rispetto a quella dei coetanei “più tranquilli”.

I ricercatori australiani hanno infatti analizzato e registrato l’attività cerebrale di 137 adolescenti alle prese con un tipico e acceso diverbio familiare su temi come compiti, orari, utilizzo di Internet e del cellulare. “Quello che abbiamo riscontrato", afferma Nicholas Allen, dell’Università di Melbourne, "è una stretta relazione tra dimensioni e struttura di alcune parti del cervello e modalità di reazione dei ragazzi. Le zone del cervello, come amigdala e corteccia prefrontale, coinvolte nelle risposte emotive e nell’impulsività sono risultate infatti molto più sviluppate in alcuni adolescenti. In questi casi le emozioni sembravano fluire più velocemente, senza che le barriere di controllo avessero il tempo di agire”.

Tratto da "Notizie.yahoo.com" - prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

UNA chiacchierata per fare chi…

Ylenia Calabrese, 25 anni Salve,Nei miei 25anni ne ho passate di ogni.. ansia, depressione, attacchi di panico , disturbi alimentari ecc. ...

Sono cuckold [16058017191]

anto, 32 anni Salve, mi chiamo Antonio ho 32 anni e sono sposato da 4; io e mia moglie già da quando eravamo fidanzati praticavamo spiagge nudiste, dal pr...

Non riesco mai a partire [1605…

roberto, 61 anni Un sogno ricorrente. Lo visualizzo almeno una volta al mese da ormai cinque o sei anni. ...

Area Professionale

Il disturbo pedofilico

Secondo il DSM-5 i criteri per diagnosticare ciò che prende il nome di disturbo pedofilico sono definiti come esperienze ricorrenti di eccitazione sessuale inte...

La psicologia forense

La psicologia forense, come definita dall'American Psychological Association è l'applicazione delle specialità cliniche al campo legale. La professione dello p...

Depressione adolescenziale e t…

Secondo un'analisi della letteratura, tra gli approcci psicoterapeutici che mostrano una certa efficacia nella gestione e trattamento della depressione adolesce...

Le parole della Psicologia

Istinto

Il termine istinto, come indica l'etimologia stessa (il termine latino “instinctus”, deriva da instinguere, incitare), è usato nel linguaggio ordinario per indi...

Lo stereotipo

Il termine stereotipo deriva dalle parole greche "stereos" (duro, solido) e "typos" (impronta, immagine, gruppo), quindi "immagine rigida". Si tratta di...

Acrofobia

L'acrofobia è definita come una paura dell'altezza. A differenza di una fobia specifica come l'aerofobia, ossia la paura di volare, l'acrofobia può generare uno...

News Letters

0
condivisioni