Pubblicità

Adolescenti: la popolarità non è sinonimo di successo

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 593 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Gli adolescenti per sentirsi appagati e vincenti hanno bisogno di trovare la propria nicchia di espressione. Un adolescente, al contrario di quanto pensano molti adulti, per essere soddisfatto di sé e contento della propria vita non vuole essere popolare a tutti i costi; preferisce essere socialmente accettato da una nicchia di persone con le quali condivide un progetto. I ragazzi, insomma, non sono così superficiali come gli adulti spesso credono o vogliono far credere.

Per molti di loro la popolarità non è sinonimo di successo nella vita. Lo ha dimostrato uno studio pubblicato sull'ultimo numero della rivista Child Development. Gli adolescenti più contenti e, di conseguenza, meno problematici sono quelli che sono in grado di individuare una o più passioni attraverso le quali poter esprimere la propria personalità. Un gruppo musicale, un gruppo sportivo, un'associazione, un fans club: sono l'espressione di una volontà di auto-organizzarsi e creare uno spazio di socialità nel quale si sentono rappresentati.

Tratto da "yahoo.it" - prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Consulenza-info [1617960082929…

  Sarah, 19 anni   Salve, le scrivo per dirle che in questi momenti mi sento molto sola. Vorrei andare avanti nel mio percorso di vita ma ho t...

Paure invalidanti [16176868876…

Verde123, 33 anni     Buongiorno, scrivo perché mi trovo in una situazione per me difficile da sopportare e risolvere. Sono sempre stata una p...

Mi sento triste e depresso [16…

ANONIMo, 14 anni   Buongiorno, sono un ragazzo di 14 anni e sto vivendo un periodo buio nella mia vita; il motivo è soprattutto l'impatto che ha av...

Area Professionale

Esame di Stato Psicologi 2021

In questo breve articolo ci soffermeremo sulla modalità di svolgimento dell'Esame di Stato (EDS) per la professione di Psicologo/a, ad un anno dall'esperienza p...

Il modello Kübler-Ross: le cin…

Nel 1969, Elizabeth Kübler-Ross, lavorando con pazienti terminali, ha ideato un modello in cui venivano presentate le cinque fasi del dolore: diniego, rabbia, c...

Sistema Tessera Sanitaria - No…

ultimi aggiornamenti sull' utilizzo della Tessera Sanitaria per psicologi.   Uno fra tutti è il cambio del termine per la comunicazione online delle sp...

Le parole della Psicologia

Gimnofobia

Il termine, dal greco “gymnos” (nudo) e “phobos” (paura), definisce la paura persistente, anormale ed ingiustificata per la nudità Coloro che soffrono di quest...

Sindrome di De Clerambault

La Sindrome di De Clerambault in psichiatria è un tipo di disturbo delirante in cui il paziente ha la convinzione infondata e ossessiva che un'altra persona pro...

Ninfomania

Il termine ninfomane viene da ninfa (divinità femminile della mitologia e/o nome dato alle piccole labbra della vulva) e mania (che in latino significa follia)...

News Letters

0
condivisioni