Pubblicità

Adolescenti: la popolarità non è sinonimo di successo

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 517 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Gli adolescenti per sentirsi appagati e vincenti hanno bisogno di trovare la propria nicchia di espressione. Un adolescente, al contrario di quanto pensano molti adulti, per essere soddisfatto di sé e contento della propria vita non vuole essere popolare a tutti i costi; preferisce essere socialmente accettato da una nicchia di persone con le quali condivide un progetto. I ragazzi, insomma, non sono così superficiali come gli adulti spesso credono o vogliono far credere.

Per molti di loro la popolarità non è sinonimo di successo nella vita. Lo ha dimostrato uno studio pubblicato sull'ultimo numero della rivista Child Development. Gli adolescenti più contenti e, di conseguenza, meno problematici sono quelli che sono in grado di individuare una o più passioni attraverso le quali poter esprimere la propria personalità. Un gruppo musicale, un gruppo sportivo, un'associazione, un fans club: sono l'espressione di una volontà di auto-organizzarsi e creare uno spazio di socialità nel quale si sentono rappresentati.

Tratto da "yahoo.it" - prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Genitore inadeguato [15992344…

DEDDA, 47 anni   Buongiorno, mia figlia 15enne soffre di blocchi emotivi a scuola. Quando deve fare un'interrogazione si chiude in se stessa, terror...

Come imparare ad andare [1599…

mar, 29 anni Ho avuto una relazione di 5 anni finita per motivi banali, incomprensioni, caratteri opposti e contrastanti. La storia é finita quasi tre anni...

MARITO DEPRESSO DA 3 MESI [159…

blu, 43 anni Buongiorno, non riesco a capire come poter aiutare mio marito che oramai sono 3 mesi che è depresso soprattutto la mattina appena sveglio e l...

Area Professionale

Funzionamento cognitivo in sog…

Recenti ricerche suggeriscono che le persone che presentano esperienze psicotiche, ma nessuna diagnosi di malattia psicotica, presentano un'alterazione del funz...

Il "potere" nella re…

Nonostante si possa pensare che vi sia uno squilibrio di potere all'interno della relazione terapeutica, in realtà lo psicoterapeuta non esercita un maggiore po...

Disfunzioni sessuali dopo la s…

L'11 giugno 2019 l'European Medicines Agency (EMA) ha formalmente dichiarato di riconoscere la disfunzione sessuale post-SSRI (Post-SSRI Sexual Dysfunction, PSS...

Le parole della Psicologia

Riserva cognitiva

Alla fine degli anni Ottanta viene riconosciuta e definita la capacità individuale di resistere al deterioramento cognitivo fisiologico o patologico. Possono e...

Prosopoagnosia

La prosopoagnosia (o prosopagnosia) è un deficit percettivo del sistema nervoso centrale che impedisce il riconoscimento dei volti delle persone (anche dei fami...

Pediofobia

La pediofobia è definita come una paura persistente, incontrollata e ingiustificata nei confronti di bambole e burattini. Da sempre infatti le bambole sono usa...

News Letters

0
condivisioni