Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Albi, incognita-riforma

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 282 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Nessuna associazione rappresentativa di professionisti senza Albo - da domani, o meglio dal giorno successivo alla pubblicazione del decreto legge sulla competitività - potrà fare richiesta di riconoscimento. Nonostante si tratti di un provvedimento d'urgenza, infatti, "l'emersione" giuridica delle associazioni che non abbracciano «attività regolamentate, tipiche» delle professioni disciplinate dall'articolo 2229 del Codice civile, è destinata, nella migliore delle ipotesi, a rimanere sulla carta. Non sono infatti individuate né l'autorità cui spetta il riconoscimento, né le finalità. Tantomeno sono previste le condizioni, per cui gericamente si rinvia alla «legge».

Nell'assenza di coordinate, la norma, in una lettura restrittiva, potrebbe addirittura rivelarsi un boomerang, se per riconoscimento si intendesse quello civilistico, relativo alla personalità giuridica. Il riconoscimento, per le associazioni rappresentative di professionisti, sarebbe infatti subordinato ai requisiti di una legge indeterminata. Secondo questa interpretazione, in attesa delle condizioni, si perderebbe il riconoscimento che oggi alcune organizzazioni hanno come rappresentanze di professionisti (ad esempio, nel settore tributario).

Riserva dunque sorprese l'analisi del testo definitivo relativo ai quattro commi dedicati alle professioni, approvati venerdì dal Consiglio dei ministri e inseriti nel decreto legge sulla competitività. A evidenziare la sostanziale "inutilità" della norma sulle associazioni è stato ieri Nicola Greco, presidente dell'Oice, l'organizzazione delle società di ingegneria.
Classificabile come petizione di principio è il comma relativo agli Ordini, che fa salvi quelli esistenti e subordina l'istituzione di nuovi «alla necessità di tutelare interessi costituzionalmente rilevanti nello svolgimento di attività caratterizzate dal rischio di danni sociali conseguenti a eventuali prestazioni non adeguate». Non essendo una delega, la norma non appare sufficiente a "orientare" la volontà futura del legislatore.

tratto da Il Sole24Ore - prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Amore Bordeline? (153355779047…

Lory, 52     Ho lasciato il mio compagno da un mese, la nostra relazione avrebbe compiuto due anni a breve. ...

Ragazzo fuori controllo (15335…

Giusy, 19     Buongiorno, sono una ragazza di 19 anni e sono fidanzata da 3 anni con un ragazzo di 22 anni. Nei primi due anni della nostra relaz...

Ritorno di ansia e attacchi di…

Misterok88, 30     Salve! Vi prego di aiutarmi. Ho un problema che pensavo di aver risolto ma da un po' di giorni a questa parte sono di nuovo da...

Area Professionale

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Introduzione al Test del Villa…

Introduzione al Test del Villaggio secondo il Metodo Evolutivo-Elementale (infanzia, adolescenza, età adulta). L’idea che sta alla base del Test del Villaggio è...

Le parole della Psicologia

La sindrome di Alice nel Paese…

Disturbo neurologico  che colpisce la percezione visiva, associato a  emicrania, crisi epilettiche o sostanze stupefacenti. La sindrome di Alice nel ...

Coazione a ripetere

"Ciò che è rimasto capito male ritorna sempre; come un'anima in pena, non ha pace finchè non ottiene soluzione e liberazione", S. Freud Il termine coazione è i...

Parafrenia

Sindrome psicotica, caratterizzata da vivaci allucinazioni (per lo più uditive, ma anche visive, tattili, olfattive, ecc.) e da idee deliranti, associate a di...

News Letters

0
condivisioni