Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Albi, incognita-riforma

on . Postato in News di psicologia | Letto 242 volte

Nessuna associazione rappresentativa di professionisti senza Albo - da domani, o meglio dal giorno successivo alla pubblicazione del decreto legge sulla competitività - potrà fare richiesta di riconoscimento. Nonostante si tratti di un provvedimento d'urgenza, infatti, "l'emersione" giuridica delle associazioni che non abbracciano «attività regolamentate, tipiche» delle professioni disciplinate dall'articolo 2229 del Codice civile, è destinata, nella migliore delle ipotesi, a rimanere sulla carta. Non sono infatti individuate né l'autorità cui spetta il riconoscimento, né le finalità. Tantomeno sono previste le condizioni, per cui gericamente si rinvia alla «legge».

Nell'assenza di coordinate, la norma, in una lettura restrittiva, potrebbe addirittura rivelarsi un boomerang, se per riconoscimento si intendesse quello civilistico, relativo alla personalità giuridica. Il riconoscimento, per le associazioni rappresentative di professionisti, sarebbe infatti subordinato ai requisiti di una legge indeterminata. Secondo questa interpretazione, in attesa delle condizioni, si perderebbe il riconoscimento che oggi alcune organizzazioni hanno come rappresentanze di professionisti (ad esempio, nel settore tributario).

Riserva dunque sorprese l'analisi del testo definitivo relativo ai quattro commi dedicati alle professioni, approvati venerdì dal Consiglio dei ministri e inseriti nel decreto legge sulla competitività. A evidenziare la sostanziale "inutilità" della norma sulle associazioni è stato ieri Nicola Greco, presidente dell'Oice, l'organizzazione delle società di ingegneria.
Classificabile come petizione di principio è il comma relativo agli Ordini, che fa salvi quelli esistenti e subordina l'istituzione di nuovi «alla necessità di tutelare interessi costituzionalmente rilevanti nello svolgimento di attività caratterizzate dal rischio di danni sociali conseguenti a eventuali prestazioni non adeguate». Non essendo una delega, la norma non appare sufficiente a "orientare" la volontà futura del legislatore.

tratto da Il Sole24Ore - prosegui nella lettura dell'articolo

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fobia di non riuscire a tratte…

Marco989898, 14     Il mio problema è che ho la continua ossessione di andare in bagno e anche se all'inizio sembrerà  una cosa stupida, son...

E' realmente un problema? (151…

Flick, 27     Buongiorno, sono una donna di 27 anni e da quando ne ho compiuti più o meno 19, nei momenti di maggiore stress sento un forte impul...

Credo di essere depressa, mi a…

Psiche, 33     Salve, vi scrivo perchè da un pò di tempo (non so neanche io precisamente quanto) ho dei sintomi che mi fanno presagire qualcosa d...

Area Professionale

Proteggere il proprio nome onl…

Una cosa che si impara molto presto nel mondo di internet e della pubblicità online è che non serve, o meglio non basta, essere presenti nel web, aggiornare il ...

Il confine nelle dinamiche di …

Il Test I.Co.S. è un test semi-proiettivo che permette di ottenere indicazioni dettagliate sugli aspetti di personalità e sulle relazioni dei singoli soggetti a...

La Certificazione Psicologica:…

Nella pratica clinica è possibile trovarsi di fronte ad una specifica richiesta, da parte del paziente/cliente, di una Certificazione che attesti, sia dal punto...

Le parole della Psicologia

Depressione post-partum (depre…

La depressione post-partum è un disturbo dell’umore che ha inizio entro le prime quattro settimane successive al parto. Se nella maggior parte dei casi la gest...

Funzione riflessiva

“La funzione riflessiva è l’acquisizione evolutiva che permette al bambino di rispondere non solo al comportamento degli altri, ma anche alla sua concezione dei...

Autismo

La sindrome fu identificata nel 1943 dallo Psichiatra inglese Leo Kanner, il quale notò che alcuni bambini presentavano un comportamento patologico che esulava ...

News Letters