Pubblicità

Alla donna piace il serial killer

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 329 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

L’uomo si ritiene sia più aggressivo per natura e, di conseguenza, si potrebbe essere indotti a pensare che sia proprio lui a prediligere storie da cronaca nera: omicidi e serial killer, violenze e misteri e tutti gli ingredienti da film horror.
Invece, pare proprio siano le donne che, inaspettate, prediligono le storie dalle tinte fosche o esplicitamente forti.

 

A lei, dunque, piace il killer – meglio se seriale – ma non è una scelta dettata dal morboso senso da brivido di piacere, ma pare sia dettato da un innato istinto di sopravvivenza: la donna leggendo di stupri, aggressioni, violenze, omidici… impara a difendersi. In questo modo, scopre quali sono le strategie migliori e i comportamenti da adottare in caso di emergenza o necessità.
Ecco quanto sostengono gli psicologi statunitensi Amanda M. Vicary e R. Chris Fraley, scrivendo sull’ultimo numero di Social Psychological and Personality Science (Sage).

 

 

Tratto da: "lastampa.it" - Prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Il Problem Solving

Il termine inglese problem solving indica il processo cognitivo messo in atto per analizzare la situazione problemica ed escogitare una soluzione. E’ un'attivit...

Mild Cognitive Impairment (MCI…

È uno stato di confine o di transizione tra l’invecchiamento normale e la demenza, noto come “lieve compromissione cognitiva”. Il declino cognitivo lieve consi...

Afefobia

L’afefobia è una fobia specifica che si concretizza con il disagio e la paura ingiustificate e persistenti di toccare e di essere toccati da altre persone. La ...

News Letters

0
condivisioni