Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Alzheimer, al San Raffele di Milano al via la terapia con le "cellule spazzino" del cervello. Il dottor Sandro Iannaccone: "Agiamo sulla causa della malattia"

on . Postato in News di psicologia

Una terapia contro l’Alzheimer che agisca stimolando l’azione delle cellule “spazzino” del cervello contro le placche cerebrali all’origine della malattia.AD

Il 27 ottobre è partita all’Ospedale San Raffaele di Milano la sperimentazione di una cura eziologica di questa forma di demenza senile che mira a colpire direttamente una delle cause della patologia: la presenza di depositi anomali di proteine a livello cerebrale che, aggregandosi tra loro, alterano le comunicazioni tra le sinapsi provocando la morte dei neuroni.


L’idea di fondo è ridurre o eliminare tali ammassi proteici potenziando il sistema di smaltimento dei rifiuti del cervello. Il nuovo trattamento si propone infatti di ricreare, attraverso la somministrazione di un anticorpo (l’ADUCANUMAB), una situazione di “pericolo” che spinga a intervenire le cellule immunitarie (microglia) contro tali ammassi di proteine nocivi, mantenendo così “pulite” le strutture cerebrali.

L’Alzheimer è una patologia degenerativa del sistema nervoso che porta al progressivo annullamento della sfera cognitiva, della memoria, dell’orientamento, fino a interessare anche la sfera motoria. In Italia sono circa 800.000 le persone affette da questa patologia, ma il numero è destinato ad aumentare con all’allungamento della vita media.
Si tratta infatti di una malattia legata all’età, che ha il suo picco di incidenza intorno ai 65 anni e per cui “allo stato attuale esistono solo trattamenti in grado di alleviare i sintomi e rallentare la progressione della patologia, ma non di guarire” ha detto ad Huffington Post il dottor Sandro Iannaccone, primario di Riabilitazione Specialistica – Disturbi Neurologici, Cognitivi e Motori al San Raffaele di Milano. Che ha anche spiegato come funzionerà il nuovo trial terapeutico in cui sono coinvolti, oltre ai centri ospedalieri di Milano e Roma, anche quelli canadesi, americani e australiani.

In cosa consiste il nuovo trial clinico sull’Alzheimer partito all’Ospedale San Raffaele?

Si tratta di una terapia farmacologica eziologica che punta a colpire le placche di amiloide presenti sul cervello malato di Alzheimer.

 

Tratto da Huffington Post - prosegui nella lettura dell'articolo

 

Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Vuoi conoscere ed acquistare i libri che parlano
di psicologia e psicoterapia?
Cercali su

logo psychostore

 

 

Tags: Alzheimer, cellule spazzino placche cerebrali

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

avvocato (1505948867148)

valbuena, 29       Sono un giovane avvocato della provincia di Napoli. Sono fidanzato da 8 anni con una ragazza di 25 anni. ...

Sfogo... (1504940202677)

andrea, 30       Individuo probabilmente schizofrenico... all'età di tre anni la madre, esasperata dal rapporto con il padre cerca di soff...

blocchi mentali (1505330248387…

PASHINO, 42       Sono in terapia da quattro anni, ho avuto una vita molto difficile e di solitudine con genitori ciechi e una sorella anch...

Area Professionale

Psicologo a scuola senza conse…

In merito ai fatti avvenuti ad Arezzo, coinvolgente la figura professionale dello psicologo e la cui presenza in aula a scopi valutativi senza consenso da parte...

Il Jobs Act Autonomi 2017: nov…

Il Jobs Act autonomi 2017, contenuto all'interno della precedente Legge di Stabilità del 2016, è in vigore dal 14 giugno 2017. Il disegno di legge prevede 21 ar...

Linee guida per le prestazioni…

LINEE GUIDA PER LE PRESTAZIONI PSICOLOGICHE VIA INTERNET E A DISTANZA Realizzate dalla Commissione ATTI TIPICI del CNOP le nuove linee guida per le prestazio...

Le parole della Psicologia

Binge Eating Disorder

Non si conosce ancora la causa esatta del BED (binge Eating Disorder), anche perché è una patologia da poco individuata e studiata come categoria a sé stante (s...

Manierismo

Questo termine sta ad indicare un uso dei mezzi espressivi eccessivo e sovraccarico, cioè una mimica, un comportamento ed un linguaggio privi di naturalezza o s...

Folie à deux

La folie à deux è un disturbo psicotico condiviso, ossia una “follia simultanea in due persone”.  Essa è una psicosi reattiva che insorge in modo simultane...

News Letters