Pubblicità

Alzheimer's: Early detection, risk factors are crucial

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 287 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

(CNN) -- With more than 5 million people suffering from Alzheimer's disease in the United States, a number that's expected to rise to 16 million by 2050, the pressure is on to find better methods of diagnosis, treatment and prevention. Around the world, Alzheimer's disease is the second most feared disease, behind cancer, according to a recent survey of five countries conducted by the Harvard School of Public Health.
Yet there is still a lot of misinformation: Only 61% of Americans who responded to the survey correctly identified Alzheimer's disease as a fatal illness.

 

 

Many participants also mistakenly believe there are sure diagnostic methods and effective treatments to slow the disease, but most would seek medical attention if they became aware of their own early signs. The research that came out of the Alzheimer's Association 2011 International Conference on Alzheimer's Disease, which took place in Paris last week, reflects a growing emphasis on early detection.
Research suggests the best targets for exploring treatments are patients who do not have full-blown Alzheimer's disease, but experience mild symptoms. Scientists have identified biological indicators called biomarkers that seem to be associated with Alzheimer's, although they are not perfect predictors.

 

Tratto da: "cnn.com" - Prosegui nella lettura dell'articolo

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Che cos'ho? (1539793185617)

Jules, 26     Sono una persona che se le da fastidio qualcosa si toglie dalla situazione senza rompere troppo le scatole ma se vengo tirata in me...

Ansia, depressione (1539200804…

Marco, 30     Salve, volevo sapere cosa pensa della mia situazione e cosa sia meglio fare. A fine luglio ho fatto una prima donazione di sangue n...

Mi innamoro di persone che non…

Julia, 25     Buongiorno, sono una ragazza che non ha una normale vita sociale di una persona di 25 anni, né un buon rapporto con mio padre. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Ecoprassia

È l’imitazione dei movimenti di altri, per esempio, di azioni (ecocinesi) e gesti (ecomimia). L'ecoprassia consiste nell' imitazione spontanea dei movimenti ...

Aprassia

L'aprassia (dal greco "a" prefisso di negazione e "praxía", cioe' fare, quindi incapacità di fare) è un deficit primitivo dell’attivi...

Oggetto

“Lo sviluppo delle relazioni oggettuali è un processo mediante il quale la dipendenza infantile dall’oggetto cede a poco a poco il passo ad una dipendenza matur...

News Letters

0
condivisioni