Pubblicità

Amicizia, benessere mentale, salute del corpo

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 733 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Ricerche condotte su ampie popolazioni dimostrano che la quantità di amici, ma anche, e non secondariamente, la qualità dei rapporti di amicizia hanno un effetto sul prolungamento e sulla qualità stessa di vita (vedi ad esempio, Reblin, M et al., 2008).
Ma come si realizza questa relazione?
Un numero rilevante di amicizie significative su un piano affettivo determina una riduzione dello stress, un miglioramento nella regolazione del glucosio nel sangue (Khambaty T et al., 2014), una maggiore efficienza del sistema immunitario, una migliore regolazione della pressione arteriosa e della funzionalità cardiaca (Black, .H et al., 2002; Eng, P.M. et al. 2002; Christakis, N.A. Et al., 2007; Cadzow, R.B. et al., 2009).
Inoltre, la presenza di una rete sociale di supporto sembra in grado di promuovere comportamenti utili al mantenimento della salute e disincentivare comportamenti rischiosi quali la dipendenza da alcol e tabacco, la tendenza a consumare cibi in quantità esagerata o cibi spazzatura e uno stile di vita sedentario (Strine TW et al., 2007).
Al contrario amicizie insoddisfacenti, ossia caratterizzate da sentimenti ambivalenti verso l’altro (ad esempio, investimento affettivo sull’altro, ma, allo stesso tempo, frequenti vissuti di rabbia-delusione), o dalla tendenza a parlare unicamente di problemi o, ancora, dalla trasmissione reciproca di sentimenti d’infelicità e disperazione tendono a mettere a rischio la qualità di vita e la salute fisica.

Tratto da www.medicitalia.it - Prosegui nella lettura dell'articolo


0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Sensazione di essere preso in …

  Michele, 75 anni     Gent.mo Dott., sono un musicista (ed ex bancario). Da un po' di tempo mi reco presso un negozio saltuariamente do...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

La Dislessia

I DSA sono disturbi del neurosviluppo che riguardano la capacità di leggere, scrivere e calcolare in modo corretto e fluente che si manifestano con l'inizio del...

Barbiturici

Con il termine Barbiturici si indica quella classe di farmaci anestetici, antiepilettici ed ipnotici, derivati dall’acido barbiturico (o malonilurea), che hanno...

Acting out

Il termine Acting out , letteralmente “passaggio all’atto”, indica l’insieme di azioni aggressive e impulsive utilizzate dall’individuo per esprimere vissuti co...

News Letters

0
condivisioni