Pubblicità

Amnesia: non è un disturbo neurologico, lo dice la storia.

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 514 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

L’amnesia dissociativa non sarebbe un disturbo legato ad una lesione o ad un trauma cerebrale ma la risposta ad un evento traumatico di un temperamento romantico e drammatico. Se la rimozione di intere parti della propria vita fosse legata ad un problema funzionale si dovrebbero trovare tracce di un’esperienza simile nella letteratura scientifica o anche solo nei racconti fantastici a partire dal poema di Gilgamesh.

Invece i primi casi di rimozione di ricordi in letteratura sono stati descritti agli inizi del 1800, in piena età romantica, e non dai medici ma dagli scrittori. Giovane, sano, che in seguito ad un trauma emotivo rimuove un ricordo per poi richiamarlo alla mente se stimolato da qualcuno: ecco l’identikit del personaggio che soffre di amnesia dissociativa. Questa la tesi di Harrison Pope, psichiatra alla Harvard Medical School. Cosa dedurre dall’analisi della letteratura di tutti i tempi? Che l’amnesia dissociativa è una sindrome "culturale" intervenuta dopo la nascita del temperamento romantico ed è conseguente ad un forte trauma o coinvolgimento emotivo.

Per verificare questa ipotesi Pope e il suo gruppo di ricerca hanno pubblicato un avviso, in tre lingue, su 30 siti internet in cui offrivano un premio di 1000 dollari a chiunque fosse riuscito a trovare un caso clinico o anche solo letterario di amnesia dissociativa prima del 1800. I risultati di questa curiosa ricerca sono stati pubblicati sull’ultimo numero della rivista Psychological Medicine, una pubblicazione dell’Università di Cambridge.



Tratto da "Yahoo.it" - prosegui nella lettura dell'articolo

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Stai cercando un pubblico specifico interessato alle tue iniziative nel campo della psicologia?
Sei nel posto giusto.
Attiva una campagna pubblicitaria su Psiconline
logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Sensazione di essere preso in …

  Michele, 75 anni     Gent.mo Dott., sono un musicista (ed ex bancario). Da un po' di tempo mi reco presso un negozio saltuariamente do...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Ofidiofobia

L’ofidiofobia (dal greco ὄφις ophis "serpente" e φοβία phobia "paura") è la paura patologica dei serpenti. Il paradigma (ovvero il modello di riferimento) alla...

Dejà vu - Dejà vecu

Da due secoli, il fenomeno del "déjà-vu" affascina il mondo della scienza ed è stato oggetto di numerose interpretazioni, dalle più strampalate, che gli attribu...

Aprassia

L'aprassia (dal greco "a" prefisso di negazione e "praxía", cioe' fare, quindi incapacità di fare) è un deficit primitivo dell’attività motoria, che compare spe...

News Letters

0
condivisioni