Pubblicità

Amore a prima vista? Questione di geni

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 461 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Il colpo di fulmine esiste e può essere spiegato in termini di imprinting genetico. Lui e lei, due sconosciuti, i loro sguardi s’incrociano ed ecco che il gioco è fatto: è amore. Amore a prima vista, proprio come nei film, e come a volte accade nella vita reale. Il colpo di fulmine arriva inaspettatamente, non può essere previsto, accade e basta. Ma, viene da chiedersi, è solo frutto del caso e del destino se due persone si trovano e incontrano in quello stesso luogo in un dato momento?

Secondo quanto emerso da uno studio condotto da un team di scienziati statunitensi e australiani e pubblicato sul numero di aprile della rivista Genetics, il segreto di questa imprevedibile alchimia risiederebbe in realtà nel nostro Dna e sarebbe più che altro questione di compatibilità genetica. I ricercatori sono arrivati a tale conclusione osservando il comportamento dei moscerini della frutta, notando che in vista dell’accoppiamento le femmine tendono a prestare maggiore attenzione ad alcuni maschi e non ad altri.

Tratto da: "Corriere.it" - - prosegui nella lettura dell'articolo

 
0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Genitore inadeguato [15992344…

DEDDA, 47 anni   Buongiorno, mia figlia 15enne soffre di blocchi emotivi a scuola. Quando deve fare un'interrogazione si chiude in se stessa, terror...

Come imparare ad andare [1599…

mar, 29 anni Ho avuto una relazione di 5 anni finita per motivi banali, incomprensioni, caratteri opposti e contrastanti. La storia é finita quasi tre anni...

MARITO DEPRESSO DA 3 MESI [159…

blu, 43 anni Buongiorno, non riesco a capire come poter aiutare mio marito che oramai sono 3 mesi che è depresso soprattutto la mattina appena sveglio e l...

Area Professionale

Funzionamento cognitivo in sog…

Recenti ricerche suggeriscono che le persone che presentano esperienze psicotiche, ma nessuna diagnosi di malattia psicotica, presentano un'alterazione del funz...

Il "potere" nella re…

Nonostante si possa pensare che vi sia uno squilibrio di potere all'interno della relazione terapeutica, in realtà lo psicoterapeuta non esercita un maggiore po...

Disfunzioni sessuali dopo la s…

L'11 giugno 2019 l'European Medicines Agency (EMA) ha formalmente dichiarato di riconoscere la disfunzione sessuale post-SSRI (Post-SSRI Sexual Dysfunction, PSS...

Le parole della Psicologia

Pregoressia

È un disturbo alimentare, noto anche come mammoressia, legato all’ossessione di tornare subito in forma dopo il parto Non si tratta di un deficit contemplato n...

Onicofagia

L'onicofagia, meglio conosciuta come il brutto vizio di mangiarsi le unghie, è un’impulso incontrollabile definito in ambito psicologico come disturbo del compo...

Imago

Termine, introdotto da Jung, che designa il prototipo inconscio elaborato a partire dalle prime relazioni intersoggettive, reali o fantasmatiche, con cui il sog...

News Letters

0
condivisioni