Pubblicità

Anoressia e tendenze suicidarie

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 399 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
In un recente studio longitudinale, protratto per oltre 8 anni, sulle condotte suicidarie relative ad un campione di circa 250 giovani donne con disturbi dell’alimentazione collegati a quadri clinici anoressiformi, è emerso che i soggetti con questo tipo di disturbi presentano una probabilità suicidaria di circa cinquanta volte maggiore rispetto alla media. La ricerca - presentata all’ultimo congresso internazionale sui disturbi dell’alimentazione che si è tenuto a Boston nello scorso Aprile - è stata effettuata da parte di un team della University Bouve College of Health Sciences, in collaborazione con il Massachussets General Hospital, e condotta dalla dr.ssa Debra L.Franko, docente di Psicologia presso la suddetta università. I risultati della ricerca hanno mostrato che sul campione studiato, composto da soggetti con disturbi anoressici e/o bulimici o con compulsione alimentare, il rischio di condotte suicidarie in termini di almeno un tentativo di suicidio era di oltre il 20%, mentre in più del 10% dei casi osservati si è rilevata la presenza di diversi tentativi di suicidio. In particolare, i tentativi di suicidio sono occorsi nel 21% dei casi diagnosticati come anoressici, nel 31% dei casi con anoressia associata a compulsione alimentare e nel 19% dei casi di bulimia.

I risultati mostrano inoltre la gravità dei vissuti depressivi inerenti la storia personale di questo tipo di soggetti ed il frequente ricorso a sostanze e farmaci dimagranti, nonché la somiglianza in molti di questi casi con quadri clinici di disturbo di personalità. Proprio l’intensità di tali vissuti depressivi, unitamente all’alterazione della percezione della propria immagine corporea, sono stati considerati come alcuni dei fattori principali predisponenti al rischio suicidario; altri fattori di rischio in questo senso, emersi dalla ricerca, sono stati individuati soprattutto in sentimenti di sfiducia in se stessi, diffidenza verso gli altri e difficoltà nell’identificare i propri stati emotivi.


tratto da: “Women Suffering from Anorexia Nervosa Are 50 Times More Likely to Commit Suicide” - AScribe Newswire – Apr.02

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Gelosia o invidia? (1551968137…

Flow, 24     Buongiorno, ho 24 anni e sono sposato. ...

Problemi con la biologia marin…

JIM87, 32     Buongiorno ho frequentato il corso di laurea magistrale di biologia marina all'Università di Padova e dopo vari problemi con un pro...

Relazione di coppia patologica…

Matilde, 39     Salve, da qualche anno convivo con un uomo che giunti al secondo anno si è trasformato. Inizialmente ero un po' più fredda io for...

Area Professionale

Articolo 8 - il Codice Deontol…

Prosegue con l'articolo 8, anche questa settimana, su Psiconline.it il lavoro di commento al Codice Deontologico degli Psicologi Italiani a cura di Catello Parm...

Articolo 7 - il Codice Deontol…

Proseguiamo su Psiconline.it, settimana dopo settimana, il lavoro di commento al Codice Deontologico degli Psicologi Italiani, a cura di Catello Parmentola e di...

Elementi di Diritto per lo psi…

In questo articolo forniremo dettagliatamente alcuni elementi basilari di diritto per lo psicologo clinico che si trovi chiamato ad operare direttamente nel con...

Le parole della Psicologia

Voyeurismo

Il Voyeurismo (dal francese  voyeur che indica chi guarda, “guardone”)  è un disordine della preferenza sessuale. I voyeur sono quasi sempre uomini c...

Efferenza

Il termine “efferenza” si riferisce alle fibre o vie nervose che conducono in una determinata direzione i potenziali di riposo e di azione provenienti da uno sp...

Bigoressia

Il termine trova la sua etimologia nell'inglese "big = grande” e nel latino "orex=appetito”, ad indicare la "fame di grossezza” Per bigoressia, vigoressia o an...

News Letters

0
condivisioni