Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Anoressia e tendenze suicidarie

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 345 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
In un recente studio longitudinale, protratto per oltre 8 anni, sulle condotte suicidarie relative ad un campione di circa 250 giovani donne con disturbi dell’alimentazione collegati a quadri clinici anoressiformi, è emerso che i soggetti con questo tipo di disturbi presentano una probabilità suicidaria di circa cinquanta volte maggiore rispetto alla media. La ricerca - presentata all’ultimo congresso internazionale sui disturbi dell’alimentazione che si è tenuto a Boston nello scorso Aprile - è stata effettuata da parte di un team della University Bouve College of Health Sciences, in collaborazione con il Massachussets General Hospital, e condotta dalla dr.ssa Debra L.Franko, docente di Psicologia presso la suddetta università. I risultati della ricerca hanno mostrato che sul campione studiato, composto da soggetti con disturbi anoressici e/o bulimici o con compulsione alimentare, il rischio di condotte suicidarie in termini di almeno un tentativo di suicidio era di oltre il 20%, mentre in più del 10% dei casi osservati si è rilevata la presenza di diversi tentativi di suicidio. In particolare, i tentativi di suicidio sono occorsi nel 21% dei casi diagnosticati come anoressici, nel 31% dei casi con anoressia associata a compulsione alimentare e nel 19% dei casi di bulimia.

I risultati mostrano inoltre la gravità dei vissuti depressivi inerenti la storia personale di questo tipo di soggetti ed il frequente ricorso a sostanze e farmaci dimagranti, nonché la somiglianza in molti di questi casi con quadri clinici di disturbo di personalità. Proprio l’intensità di tali vissuti depressivi, unitamente all’alterazione della percezione della propria immagine corporea, sono stati considerati come alcuni dei fattori principali predisponenti al rischio suicidario; altri fattori di rischio in questo senso, emersi dalla ricerca, sono stati individuati soprattutto in sentimenti di sfiducia in se stessi, diffidenza verso gli altri e difficoltà nell’identificare i propri stati emotivi.


tratto da: “Women Suffering from Anorexia Nervosa Are 50 Times More Likely to Commit Suicide” - AScribe Newswire – Apr.02

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Mia moglie mi ha lasciato (153…

Emyls, 41     Salve, vi scrivo a seguito di questo tragico evento che sta per cambiare la vita della mia famiglia, mia dei miei figli. ...

Il mio ragazzo mi ha allontana…

Sara, 24     Salve Gentili Dottori, ho conosciuto pochi mesi fa un ragazzo e ci siamo messi insieme, per i primi due mesi è stato dolce, comprens...

Rapporto con la figlia (153578…

Gabriella, 62     Salve, avrei bisogno di un vostro parere riguardo il rapporto con mia figlia. Lei ha 36 anni è sposata felicemente senza figli ...

Area Professionale

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Arroccamento e rabbia di un ad…

Un caso clinico di un adolescente "arrabbiato", studiato attraverso il Test del Villaggio e illustrato dal Dottor Luca Bosco Oscar ha 14 anni e ha perso il pap...

Le parole della Psicologia

I ricordi flashbulb

Le flashbulb memories (FBM o ricordi flashbulb) sono state definite per la prima volta da Brown e Kulik nel 1977 come ricordi fotografici vividi, dettagliati e ...

La Comunicazione

La comunicazione (dal latino cum = con, e munire = legare, costruire e dal latino communico = mettere in comune, far partecipe) nella sua prima definizione è l...

Erotomania

In psichiatria è un tipo di disturbo delirante in cui il paziente ha la convinzione infondata e ossessiva che un'altra persona provi sentimenti amorosi nei suoi...

News Letters

0
condivisioni