Pubblicità

Anoressia e tendenze suicidarie

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 386 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
In un recente studio longitudinale, protratto per oltre 8 anni, sulle condotte suicidarie relative ad un campione di circa 250 giovani donne con disturbi dell’alimentazione collegati a quadri clinici anoressiformi, è emerso che i soggetti con questo tipo di disturbi presentano una probabilità suicidaria di circa cinquanta volte maggiore rispetto alla media. La ricerca - presentata all’ultimo congresso internazionale sui disturbi dell’alimentazione che si è tenuto a Boston nello scorso Aprile - è stata effettuata da parte di un team della University Bouve College of Health Sciences, in collaborazione con il Massachussets General Hospital, e condotta dalla dr.ssa Debra L.Franko, docente di Psicologia presso la suddetta università. I risultati della ricerca hanno mostrato che sul campione studiato, composto da soggetti con disturbi anoressici e/o bulimici o con compulsione alimentare, il rischio di condotte suicidarie in termini di almeno un tentativo di suicidio era di oltre il 20%, mentre in più del 10% dei casi osservati si è rilevata la presenza di diversi tentativi di suicidio. In particolare, i tentativi di suicidio sono occorsi nel 21% dei casi diagnosticati come anoressici, nel 31% dei casi con anoressia associata a compulsione alimentare e nel 19% dei casi di bulimia.

I risultati mostrano inoltre la gravità dei vissuti depressivi inerenti la storia personale di questo tipo di soggetti ed il frequente ricorso a sostanze e farmaci dimagranti, nonché la somiglianza in molti di questi casi con quadri clinici di disturbo di personalità. Proprio l’intensità di tali vissuti depressivi, unitamente all’alterazione della percezione della propria immagine corporea, sono stati considerati come alcuni dei fattori principali predisponenti al rischio suicidario; altri fattori di rischio in questo senso, emersi dalla ricerca, sono stati individuati soprattutto in sentimenti di sfiducia in se stessi, diffidenza verso gli altri e difficoltà nell’identificare i propri stati emotivi.


tratto da: “Women Suffering from Anorexia Nervosa Are 50 Times More Likely to Commit Suicide” - AScribe Newswire – Apr.02

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Religione e psicologia (154766…

Luca, 28     Buona sera, premetto che il mio quesito non riguarda strettamente un malessere mentale, ma comunque un interrogativo esistenziale ch...

Essere spocchioso... (15472251…

Paolo, 42     Quali sono i significati profondi e psicologici di una persona "spocchiosa" ? ...

Senso di colpa (1547112077890…

Pietro, 25     Buongiorno, intorno all’età tra i 10 e i 13 anni mi è capitato più volte di “toccare” (senza costrizione) mia cugina più piccola (...

Area Professionale

Un articolo alla volta - Comme…

Catello Parmentola ed Elena Leardini introducono il loro impegno con i visitatori di Psiconline.it a commentare, articolo dopo articolo, il Codice Deontologico ...

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Le parole della Psicologia

ALESSITIMIA (O ALEXITEMIA)

Il termine alessitimia deriva dal greco e significa mancanza di parole per le emozioni  (a = mancanza, léxis = parola, thymόs = emozione ).  Esso vi...

La Dislessia

I DSA sono disturbi del neurosviluppo che riguardano la capacità di leggere, scrivere e calcolare in modo corretto e fluente che si manifestano con l'inizio del...

Xenofobia

Il significato etimologico del termine Xenofobia (dal greco ξενοφοβία, composto da ξένος, ‘estraneo, insolito’, e φόβος, ‘paura’) è “paura dell’estraneo” o anch...

News Letters

0
condivisioni