Pubblicità

Anziani: in pensione per godersi la vita

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 245 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Gli ultracentenari sono 7.100 in Italia e oltre 200 mila nel mondo. Vite che si allungano e anni vissuti, nella maggior parte dei casi, in buono stato di salute. I 14 milioni di ultra60enni italiani non sono infatti persone stanche, ma cittadini attivi, che vedono la pensione come una fase in cui godersi la vita. Preoccupati, però, che la società non dia loro le opportunità di dimostrare le loro potenzialità e li abbandoni in caso di malattia.

È quanto emerso dal sondaggio Censis-Salute/Repubblica, presentato oggi (3 marzo) a Roma in occasione del convegno su “Terza età, un mondo da scoprire e una risorsa da valorizzare”, organizzato da Salute/Repubblica e Somedia.

Secondo il sondaggio, presentato dal direttore del Censis Giuseppe Roma, il 60,0% degli anziani italiani considera l’allungamento della vita una vera “opportunità” e quando si parla di pensione il 58,2% degli ultra60enni ritiene questa tappa positiva, perchè permette di godersi la vita senza la frenesia e gli obblighi del lavoro. Il 20,1% dei signori in età pensionabile, tuttavia, ha paura di essere isolato e rimanere in uno stato di inattività. Secondo il 51,2% degli intervistati, infatti, per vivere serenamente la propria vecchiaia bisogna anzitutto tenersi occupati. Tra le occupazioni, però, il lavoro conquista solo il 2,4% delle preferenze; ciò che sembra contare davvero per una buona qualità della vita sono le relazioni interpersonali: la famiglia anzitutto (67,2% delle preferenze), il dialogo con i giovani e i nipoti (46,1%), frequentare degli amici (25,7%); ma anche sentirsi utili (15,4%) e magari avere impegni sociali (12,8%).

Tratto da Google News - prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi delle Tecniche di Rilassamento e della Meditazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Complesso di inferiorità (1548…

Maria, 24     Sono una ragazza di 24 anni neolaureata, mi sono trasferita a Milano per un master dove attualmente convivo con il mio fidanzato, a...

Tradimento e sofferenza (15486…

Eva, 39     Dopo 12 anni di matrimonio totalizzante e meraviglioso, ho improvvisamente tradito mio marito, una cosa che non avrei mai e poi mai c...

Rimozione o fantasia (1548536…

ELilai, 25     Cercherò di essere concisa. 13 anni fa hanno avuto esordio i miei problemi di disturbi alimentari (tolto un breve periodo di anore...

Area Professionale

Articolo 3 - il Codice Deontol…

Articolo 3 Lo psicologo considera suo dovere accrescere le conoscenze sul comportamento umano ed utilizzarle per promuovere il benessere psicologico dell’indiv...

Articolo 2 - il Codice Deontol…

Proseguiamo il lavoro di commento al Codice Deontologico degli Psicologi Italiani, a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini, con l'articolo 2 Articolo ...

Articolo 1 - Codice Deontologi…

Iniziamo il lungo viaggio fra gli articoli del Codice Deontologico degli Psicologi Italiani con il commento all'articolo 1, a cura di Catello Parmentola e di El...

Le parole della Psicologia

Akinetopsia

L'akinetopsia o achinetopsia è un deficit selettivo della percezione visiva del movimento. I pazienti con questo deficit riferiscono di vedere gli oggetti in...

Elettroshock

Di solito, la TEC, eseguita in anestesia, è una tecnica scevra da collateralità e con bassa incidenza di mortalità. ...

Intelligenze Multiple

“Scrivendo questo libro, mi proposi di minare la nozione comune di intelligenza come capacità o potenziale generale che ogni essere umano possiederebbe in misur...

News Letters

0
condivisioni