Pubblicità

Anziani: in pensione per godersi la vita

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 274 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Gli ultracentenari sono 7.100 in Italia e oltre 200 mila nel mondo. Vite che si allungano e anni vissuti, nella maggior parte dei casi, in buono stato di salute. I 14 milioni di ultra60enni italiani non sono infatti persone stanche, ma cittadini attivi, che vedono la pensione come una fase in cui godersi la vita. Preoccupati, però, che la società non dia loro le opportunità di dimostrare le loro potenzialità e li abbandoni in caso di malattia.

È quanto emerso dal sondaggio Censis-Salute/Repubblica, presentato oggi (3 marzo) a Roma in occasione del convegno su “Terza età, un mondo da scoprire e una risorsa da valorizzare”, organizzato da Salute/Repubblica e Somedia.

Secondo il sondaggio, presentato dal direttore del Censis Giuseppe Roma, il 60,0% degli anziani italiani considera l’allungamento della vita una vera “opportunità” e quando si parla di pensione il 58,2% degli ultra60enni ritiene questa tappa positiva, perchè permette di godersi la vita senza la frenesia e gli obblighi del lavoro. Il 20,1% dei signori in età pensionabile, tuttavia, ha paura di essere isolato e rimanere in uno stato di inattività. Secondo il 51,2% degli intervistati, infatti, per vivere serenamente la propria vecchiaia bisogna anzitutto tenersi occupati. Tra le occupazioni, però, il lavoro conquista solo il 2,4% delle preferenze; ciò che sembra contare davvero per una buona qualità della vita sono le relazioni interpersonali: la famiglia anzitutto (67,2% delle preferenze), il dialogo con i giovani e i nipoti (46,1%), frequentare degli amici (25,7%); ma anche sentirsi utili (15,4%) e magari avere impegni sociali (12,8%).

Tratto da Google News - prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Perdita improvvisa di un genit…

lorena, 26 Salve, innanzitutto ringrazio per questa preziosa opportunità. Scrivo questo messaggio per conto del mio fidanzato, lo stesso ha infatti perso il ...

Disturbo bipolare dell'umore (…

settepassi, 63 Soffro da circa 8 anni di DISTURBO BIPOLARE dell' UMORE, almeno così mi è stato diagnosticato. ...

Il mio compagno (156087164017)

Simy, 42 Il mio compagno è un uomo straordinario, nn mi fa mancare nulla materialmente, ama i miei figli (avuti da un matrimonio precedente). ...

Area Professionale

Articolo 22 - il Codice Deonto…

Con il commento all'art. 22 (ruolo professionale dello psicologo) prosegue su Psiconline.it il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che, sett...

Articolo 21 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.21 (insegnamento strumenti e tecniche psicologiche), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardi...

Articolo 20 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.20 (didattica e deontologia), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo s...

Le parole della Psicologia

Ipercinesia

Nel disturbo ipercinetico si ha la contemporanea presenza di sintomi quali: la breve durata dell’attenzione, distrazione, iperattività e almeno un sintomo di im...

Impulsività

L’impulsività è un elemento del carattere di ogni persona, anche se si manifesta in maniera molto più evidente rispetto alle altre, fino a divenire un vero e pr...

Misofonia

La misofonia, che letteralmente significa “odio per i suoni”,  è una forma di ridotta tolleranza al suono. Si ritiene possa essere un disturbo neurologico...

News Letters

0
condivisioni