Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Asma e clima famigliare

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 402 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

PSICONLINE® NEWS n.81 - 14.10.2001

I bambini che vivono in famiglie dove il clima emotivo è armonioso sono meno colpiti dai sintomi dell'asma rispetto ai coetanei provenienti da famiglie altamente conflittuali ed instabili. Questi i risultati di uno studio condotto recentemente da un team guidato dal prof. Michael Sawyer, docente di Psichiatria presso la Adelaide University (Australia).
La componente psichica del disturbo asmatico nel bambino è stata riconosciuta da lungo tempo, insieme alla presenza di una predisposizione all'insorgenza di meccanismi di natura allergica che forniscono la base organica alla stabilizzazione del disturbo. Le componenti psichiche sembrano determinanti soprattutto in quei casi dove i sintomi asmatici compaiono in seguito a traumi affettivi e che mostrano un andamento caratteristico che risente di acutizzazioni cicliche in condizioni stereotipate particolari, non direttamente collegate all'aspetto allergenico.
"L'asma infantile è un disturbo di natura psicosomatica che interessa tutto il contesto famigliare del bambino - dice il dr. Sawyer - poiché è la qualità stessa del rapporto interpersonale tra i membri della famiglia che genera un clima emotivo particolare che può, in casi di maggiore conflittualità reciproca, tensione ed aggressività, determinare le condizioni che portano i soggetti più vulnerabili a sviluppare il sintomo asmatico. L'aspetto nuovo di questa ricerca consiste essenzialmente nel fatto che i dati informativi circa la qualità della vita in famiglia sono stati reperiti direttamente dai bambini con problematiche di asma cronicizzata, mentre in passato solitamente venivano utilizzate informazioni provenienti dai loro genitori o dai clinici che seguivano il caso…".
La ricerca ha inoltre evidenziato che i bambini che vivono in famiglie dove c'è un reciproco interesse e supporto tra i membri ed uno scambio affettivo ed emotivo costanti sono quelli che reagiscono meglio ai sintomi asmatici, mentre i bambini che vivono in famiglie affettivamente carenti sviluppano una sintomatologia più intensa e spesso associata ad altri aspetti quali una facile irritabilità e sentimenti di timore verso gli altri.
"Affrontare questo disturbo dal punto di vista dell'intero gruppo famigliare e delle sue dinamiche conflittuali - conclude Sawyer - può avere quindi un ruolo fondamentale nel trattamento dei bambini sofferenti di asma…".

(tratto da:"Asthma Affected by Family Environment" - Australasian Science - Sept., 2001)

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Il mio ragazzo mi ha allontana…

Sara, 24     Salve Gentili Dottori, ho conosciuto pochi mesi fa un ragazzo e ci siamo messi insieme, per i primi due mesi è stato dolce, comprens...

Rapporto con la figlia (153578…

Gabriella, 62     Salve, avrei bisogno di un vostro parere riguardo il rapporto con mia figlia. Lei ha 36 anni è sposata felicemente senza figli ...

Insicurezza e bassa autostima …

Lau, 26     Buongiorno, fin da quando ero piccola ho sempre avuto una scarsa autostima e questo mi ha portato sicuramente ad essere sempre indeci...

Area Professionale

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Arroccamento e rabbia di un ad…

Un caso clinico di un adolescente "arrabbiato", studiato attraverso il Test del Villaggio e illustrato dal Dottor Luca Bosco Oscar ha 14 anni e ha perso il pap...

Arredare lo studio di uno psic…

Arredare lo studio di uno psicologo è un impegno importante ai fini della futura professione. Una nuova ricerca, infatti, dimostra che le persone giudicano la q...

Le parole della Psicologia

Oggetto

“Lo sviluppo delle relazioni oggettuali è un processo mediante il quale la dipendenza infantile dall’oggetto cede a poco a poco il passo ad una dipendenza matur...

Riserva cognitiva

Alla fine degli anni Ottanta viene riconosciuta e definita la capacità individuale di resistere al deterioramento cognitivo fisiologico o patologico. Possono e...

Idrofobia

L'idrofobia, chiamata anche in alcuni casi talassofobia, è definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata per i liquidi, in particolare dell’acq...

News Letters

0
condivisioni