Pubblicità

Attacchi di panico in volo, esiste una cura

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 343 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Non c'è solo la crisi economica a frenare la voglia di viaggi e vacanze: due milioni di italiani, con un rapporto di tre donne per ogni uomo, hanno paura di mettersi in viaggio a causa degli attacchi di panico. Il disturbo si manifesta più spesso sull'aereo, facilitato dalla forte presenza di anidride carbonica, che si conferma l'imputata principale degli attacchi.

Secondo un sondaggio condotto fra i telespettatori del Tg2, il 46% ha ammesso di avere paura di volare, e ben il 43% rinuncia addirittura al viaggio pur di non salire sull'aereo.

Ma il problema oggi può essere curato. «Esistono», spiega il neurologo Rosario Sorrentino dell'Unità italiana attacchi di panico della Clinica Paideia di Roma, «terapie mirate, soprattutto farmacologiche, ma anche una psicoterapia cognitiva comportamentale, utili sia a chi vive il volo con ansia e forte apprensione sia a chi rifiuta l'aereo in modo ostinato».

tratto da SaniHelp - prosegui nella lettura dell'articolo

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Aiuto urgente (1554296627141)

Virginia, 17     Avrei urgentemente bisogno di aiuto, soffro d'ansia da qualche anno e, adesso che mi sono momentaneamente ritirata dalla scuol...

Collega con manie ossessive co…

Rebecca, 29     Buongiorno vorrei un consiglio su come rapportarmi con una collega arrivata in studio da pochi mesi con contratto a termine rin...

Confusione e stress (155330395…

Elena, 22     Buonasera, cercherò di spiegare al meglio la mia situazione. Ho 22 anni e sono fidanzata con R. da quasi 8 anni e ho una bambina ...

Area Professionale

Articolo 13 - il Codice Deonto…

Proseguiamo, con il commento all'art.13 (obbligo di referto o di denuncia), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo settim...

La nera depressione e il Confi…

Elementi prognostici ed esperienze traumatiche nel Test I.Co.S. Un caso clinico di depressione analizzato ed illustrato attraverso l'utilizzo del Test Indice de...

Articolo 12 - il Codice Deonto…

Prosegue, con l'art.12, il lavoro di commento al Codice Deontologico degli Psicologi Italiani, a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini. Articolo 12 L...

Le parole della Psicologia

Emetofobia

Dal greco emein che significa "un atto o un'istanza di vomito" e fobia, ovvero "un esagerato solito inspiegabile e illogico timore di un particolare oggetto,&nb...

Tic

I tic sono quei disturbi, che consistono in movimenti frequenti, rapidi, involontari, apparentemente afinalistici. Sono percepiti come irresistibili, ma posson...

Ninfomania

Il termine ninfomane viene da ninfa (divinità femminile della mitologia e/o nome dato alle piccole labbra della vulva) e mania (che in latino significa follia)...

News Letters

0
condivisioni