Pubblicità

Bada a come parli su Facebook, una app dirà chi sei

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 372 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

È passata una settimana da quando Facebook ha annunciato a Ad Age che presto comincerà a pedinare gli utenti anche al di fuori dei confini virtuali del social network grazie all'onnipresente pulsante “like” incistato in centinaia di migliaia di siti. Non ci sarà neanche bisogno di pigiarlo, il pulsante, ma Facebook saprà (in effetti sa già) che tu hai visitato quella certa pagina e che dunque ti potrebbe interessare quel certo prodotto la cui immagine ti comparirà “magicamente” mentre aggiorni il tuo status o posti la foto del tuo cagnolino. 
È passata una settimana e non si può dire che ci sia stato gran rumore intorno a questo ennesimo attacco alla privacy da parte di Mark Zuckerberg & co. (con l'eccezione di Julie Angwin che su Pro Publica ha ricostruito passo dopo passo il progressivo estendersi delle tecniche ficcanaso di Facebook).


Tratto da www.pagina99.it - Prosegui nella lettura dell'articolo


0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Aiuto urgente (1554296627141)

Virginia, 17     Avrei urgentemente bisogno di aiuto, soffro d'ansia da qualche anno e, adesso che mi sono momentaneamente ritirata dalla scuol...

Collega con manie ossessive co…

Rebecca, 29     Buongiorno vorrei un consiglio su come rapportarmi con una collega arrivata in studio da pochi mesi con contratto a termine rin...

Confusione e stress (155330395…

Elena, 22     Buonasera, cercherò di spiegare al meglio la mia situazione. Ho 22 anni e sono fidanzata con R. da quasi 8 anni e ho una bambina ...

Area Professionale

Articolo 13 - il Codice Deonto…

Proseguiamo, con il commento all'art.13 (obbligo di referto o di denuncia), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo settim...

La nera depressione e il Confi…

Elementi prognostici ed esperienze traumatiche nel Test I.Co.S. Un caso clinico di depressione analizzato ed illustrato attraverso l'utilizzo del Test Indice de...

Articolo 12 - il Codice Deonto…

Prosegue, con l'art.12, il lavoro di commento al Codice Deontologico degli Psicologi Italiani, a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini. Articolo 12 L...

Le parole della Psicologia

Musofobia

Il termine musofobia, che deriva del greco μῦς (mys) che significa "topo", è la paura persistente ed ingiustificata per i topi, più in generale per i roditori. ...

Io

"Nella sua veste di elemento di confine l'Io vorrebbe farsi mediatore fra il mondo e l'Es, rendendo l'Es docile nei confronti del mondo e facendo, con la propri...

Negazione

La negazione è un meccanismo di difesa. Fu descritto per la prima volta nel 1895 da Sigmund Freud nei suoi Studi sull’isteria. ...

News Letters

0
condivisioni