Pubblicità

Bagno, l’oasi di salvezza degli uomini

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 560 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Una moglie o compagna ritenuta troppo insistente, sul piede di guerra, che non sta mai zitta… tutte situazioni cui l’uomo di casa tende a fuggire, e lo fa rinchiudendosi in bagno – l’oasi di pace in cui, per ora, può trovare rifugio e un po’ di privacy.
La stanza da bagno è dunque stata eletta a “regina” della casa da la maggioranza di uomini che hanno partecipato a un sondaggio promosso dalla Geberit, produttrice di un prodotto per il WC.

 

 

Il sondaggio ha coinvolto 2.000 persone e fa emergere chiaro come il bagno sia il luogo prediletto in cui indulgere per il maggior tempo possibile nell’intento di fuggire da mogli e bambini.
Chiusi in bagno, gli uomini intervistati, hanno ammesso di svolgere “funzioni” non propriamente deputate al luogo in cui si trovano – come ci si aspetterebbe. Abbiamo così il lui che giocherella con il telefonino, quello che si legge le ultime notizie sportive, chi ascolta musica e via discorrendo. Ponendo Una barriera tra sé e il “rumore” della vita familiare.

 

 

Tratto da: "lastampa.it" - Prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Sensazione di essere preso in …

  Michele, 75 anni     Gent.mo Dott., sono un musicista (ed ex bancario). Da un po' di tempo mi reco presso un negozio saltuariamente do...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Bulimia

La bulimia è, insieme all’anoressia, uno dei più importanti disturbi del comportamento alimentare. L’etimologia della parola “bulimia” deriva dai termini grec...

Mobbing

Il termine mobbing deriva dall’inglese “to mob” e significa assalire, soffocare, malmenare. Questo termine fu utilizzato per la prima volta in etologia da Konra...

Aprassia

L'aprassia (dal greco "a" prefisso di negazione e "praxía", cioe' fare, quindi incapacità di fare) è un deficit primitivo dell’attività motoria, che compare spe...

News Letters

0
condivisioni