Pubblicità

Bambini: adulti precoci

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 945 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Ai nostri figli togliamo troppo spesso la libertà e il diritto a essere piccoli. Spingendoli verso un'automonia precoce, esperienze "da grandi", portandoli a bruciare le tappe. Con risultati spesso pericolosi.
I bambini sono sempre più precoci, svegli, intelligenti. Sottoposti ad una moltitudine di esperienze, messaggi, richiami, informazioni. E spinti a diventare “grandi” e indipendenti troppo spesso prima di essere veramente pronti ad esserlo.
In effetti essere avanti, bruciare le tappe, dimostrare emancipazione e autonomia, esibire competenze, prestazioni e conoscenze avanzate, interessarsi di questioni complesse, somigliare presto ad un piccolo adulto, sono aspetti di cui i genitori sono orgogliosi. Spesso diventa l’obiettivo dell’educazione stessa, tesa a formare un essere autonomo e indipendente in tempi sempre più brevi.Come genitori o educatori si tende a non credere troppo alla fretta nella crescita, perché il bambino sembra seguirci bene e questo eventualmente porta ad incalzare ancora di più. La convinzione è quella di fargli provare il più possibile per renderli maturi, pronti e intelligenti, al passo con i tempi. In realtà l'iperstimolazione può renderli confusi, insicuri e distratti. Stressati e angosciati da aspettative irrealistiche che i genitori hanno su di loro, impossibilitati ad esprimere la loro fragilità.

 

Tratto da d.repubblica.it Prosegui nella lettura dell'articolo

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!
 
Pubblicità
Stai cercando un pubblico specifico interessato alle tue iniziative nel campo della psicologia?
Sei nel posto giusto.
Attiva una campagna pubblicitaria su Psiconline
logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Pensiero ossessivo (1624140870…

Fabio, 34 anni     Gentile Dottoressa/Dottore! Mi chiamo Fabio e 5 anni fà ho commesso un errore di tipo erotico.Ho cominciato a scambiare dei...

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Sindrome di Munchausen

S'intende un disturbo psichiatrico in cui le persone colpite fingono la malattia od un trauma psicologico per attirare attenzione e simpatia verso di sé. A vol...

Suicidio

Per suicidio (dal latino suicidium, sui occido, uccisione di se stessi) si intende l'atto con il quale un individuo si procura volontariamente e consapevolmente...

Angoscia

« Con il termine angoscia non intendiamo quell'ansietà assai frequente che in fondo fa parte di quel senso di paura che insorge fin troppo facilmente. L'angosci...

News Letters

0
condivisioni