Pubblicità

Bambini: adulti precoci

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 401 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Ai nostri figli togliamo troppo spesso la libertà e il diritto a essere piccoli. Spingendoli verso un'automonia precoce, esperienze "da grandi", portandoli a bruciare le tappe. Con risultati spesso pericolosi.
I bambini sono sempre più precoci, svegli, intelligenti. Sottoposti ad una moltitudine di esperienze, messaggi, richiami, informazioni. E spinti a diventare “grandi” e indipendenti troppo spesso prima di essere veramente pronti ad esserlo.
In effetti essere avanti, bruciare le tappe, dimostrare emancipazione e autonomia, esibire competenze, prestazioni e conoscenze avanzate, interessarsi di questioni complesse, somigliare presto ad un piccolo adulto, sono aspetti di cui i genitori sono orgogliosi. Spesso diventa l’obiettivo dell’educazione stessa, tesa a formare un essere autonomo e indipendente in tempi sempre più brevi.Come genitori o educatori si tende a non credere troppo alla fretta nella crescita, perché il bambino sembra seguirci bene e questo eventualmente porta ad incalzare ancora di più. La convinzione è quella di fargli provare il più possibile per renderli maturi, pronti e intelligenti, al passo con i tempi. In realtà l'iperstimolazione può renderli confusi, insicuri e distratti. Stressati e angosciati da aspettative irrealistiche che i genitori hanno su di loro, impossibilitati ad esprimere la loro fragilità.

 

Tratto da d.repubblica.it Prosegui nella lettura dell'articolo

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Difficoltà nei rapporti sessua…

Emilio, 20     Salve, sono Emilio, ho 20 anni. ...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Pedofilia

  Con il termine pedofilia si intende un disturbo della sessualità di tipo parafilico, caratterizzato da intensi e ricorrenti impulsi o fantasie sessuali ...

Barbiturici

Con il termine Barbiturici si indica quella classe di farmaci anestetici, antiepilettici ed ipnotici, derivati dall’acido barbiturico (o malonilurea), che hanno...

Autotopoagnosia

L'autotopoagnosia è un disturbo di rappresentazione corporea, clinicamente raro, in cui è presente l'incapacità di indicare le parti del corpo. Nella maggior p...

News Letters

0
condivisioni