Pubblicità

Bambini attenti già all’asilo, persone di successo nella vita

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 729 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Dal grado di attenzione, il comportamento con gli altri, l’autocontrollo, la fiducia in sé e altri parametri, è possibile comprendere come un bambino, fin dai tempi della scuola materna, possa sviluppare e mantenere determinate caratteristiche che sfrutterà nel suo futuro sociale e lavorativo.
A ritenere che questi segnali siano visibili fin dalla tenera età è uno studio condotto dai ricercatori dell’Università di Montreal e del Centro di Ricerche CHU...

...Sainte-Justine (Canada), in cui sono stati coinvolti più di mille bambini della scuola materna, e di età compresa tra 1 anno e i 6 anni.
La dottoressa Linda Pagani e colleghi hanno condotto una serie di osservazioni e test per valutare la capacità di lavorare in gruppo e autonomamente, il livello di autocontrollo e fiducia in sé. E, inoltre, la capacità di seguire – più o meno correttamente – indicazioni e regole.
I risultati sono poi stati pubblicati sul Journal of Abnormal Child Psychology – la pubblicazione ufficiale dell’International Society for Research in Child and Adolescent Psychopathology.

 

 

 

Tratto da: "lastampa.it" - Prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Pensiero ossessivo (1624140870…

Fabio, 34 anni     Gentile Dottoressa/Dottore! Mi chiamo Fabio e 5 anni fà ho commesso un errore di tipo erotico.Ho cominciato a scambiare dei...

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Prosopoagnosia

La prosopoagnosia (o prosopagnosia) è un deficit percettivo del sistema nervoso centrale che impedisce il riconoscimento dei volti delle persone (anche dei fami...

Imago

Termine, introdotto da Jung, che designa il prototipo inconscio elaborato a partire dalle prime relazioni intersoggettive, reali o fantasmatiche, con cui il sog...

Il pregiudizio

Similare alla connotazione più negativa di uno stereotipo, in psicologia un pregiudizio (dal latino prae, "prima" e iudicium, "giudizio") è un'opinione preconce...

News Letters

0
condivisioni