Pubblicità

Bambini e autocontrollo

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 1344 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (1 Voto)

Molti bambini che non hanno ancora imparato l'autocontrollo, non sono pronti per la scuola materna.

465421Uno degli studi più attuali sull’autoregolamentazione della prima infanzia indica che molti bambini stanno ancora imparando a controllare il loro comportamento quando entrano nella scuola materna e possono avere bisogno di un sostegno educativo per sviluppare un’adeguata capacità critica.

Lo studio finanziato dal governo federale, insieme agli esperti del Michigan State University, mostra le principali differenze nel modo di autoregolamentazione che sviluppano i bambini dai 3 ai 7 anni di età.

Mentre alcuni entrano in età prescolare e sono in grado di controllare il loro comportamento e pronti ad imparare, gli altri non si sviluppano tale auto-controllo fino a quando non entrano nella scuola dell'infanzia.

I risultati, provenienti dalle classi prescolari e dalla scuola materna negli Stati Unit, hanno spostato la loro attenzione nel corso degli ultimi decenni, da competenze sociali ed emotive, come l'auto-regolamentazione, alle competenze più accademiche. I ricercatori suggeriscono che potrebbe essere il momento di focalizzarsi sull'autoregolamentazione, ampiamente accettata come marker per il successo futuro.

"Se si riesce ad aiutare i bambini a sviluppare questa abilità fondamentale del comportamento, ossia l’auto-regolamentazione, si consentirà a questi studenti di ottenere molto di più fuori dai contesti accademici", ha detto Ryan Bowles, professore associato nel Dipartimento di Sviluppo Umano e Studi Famiglia di MSU. "L'autoregolamentazione è un fattore molto predittivo del successo accademico."

Insieme al neolaureato MSU Janelle Montroy, Bowles e colleghi hanno analizzato i dati provenienti da tre studi separati che hanno misurato il compito "testa, dita dei piedi, ginocchia e le spalle", in cui i bambini vengono istruiti a fare il contrario di ciò che gli viene detto. Se gli viene detto di toccare la testa, per esempio, si devono toccare le dita dei piedi. Questa capacità di fare il contrario di ciò che essi fanno naturalmente, rimanendo concentrati per l'intera attività, comporta l’autoregolamentazione.

Un modello chiaro è emerso in ognuno degli studi, con partecipanti adatti a monitorare una delle tre traiettorie: sviluppatori precoci, sviluppatori intermedi e gli sviluppatori più tardivi. In media, gli sviluppatori tardivi erano 6-12 mesi indietro sviluppatori intermedi e almeno 18 mesi indietro rispetto ai sviluppatori precoci. Nel complesso, circa un quinto dei 1.386 partecipanti è apparso poco utile sul comportamento di autoregolamentazione in età prescolare.

"Sono rimasto sorpreso dalla coerenza dei risultati", ha detto Bowles. “Replicare la stessa constatazione più volte in un singolo studio è notevole."

Facendo eco a precedenti ricerche, lo studio ha anche scoperto che lo sviluppo di auto-controllo è stato legato a diversi fattori chiave: sesso (i ragazzi hanno più probabilità di essere sviluppatori tardivi), le competenze linguistiche e livello di istruzione della madre.

"E’ ben noto che l'autoregolamentazione è fondamentale per aiutare i bambini a ottenere un salto di qualità nella fase iniziale di formazione, dalla matematica all'alfabetizzazione (ossia di tutte le competenze che imparano a scuola)", ha detto Bowles. "Così i bambini che si sviluppano in seguito siete perdono queste grandi opportunità. Sono già in ritardo. "

Lo studio appare online sulla rivista Developmental Psychology.

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

 

Tags: comportamento, bambini, autocontrollo scuola materna, sostegno educativo, autoregolamentazione

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Madre (1540532640215)

Giusi, 60     Non riusciamo a relazionarci con nostro figlio di 31 anni. ...

Senso di colpa di per aver det…

Delia, 36     Mio figlio di tre anni e mezzo, sta avendo difficoltà ad ambientarsi alla scuola materna. ...

Come non riesco a vivere (1541…

Giulietta, 21     Salve.. Mi chiamo Giulia, ho 21 anni e penso di avere dei seri problemi con l'ansia e le relazioni. ...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Ipercinesia

Nel disturbo ipercinetico si ha la contemporanea presenza di sintomi quali: la breve durata dell’attenzione, distrazione, iperattività e almeno un sintomo di im...

Cataplessia

E’ un disturbo caratterizzato dalla perdita improvvisa del tono muscolare durante la veglia, solitamente causata da forti emozioni. La debolezza muscolare tipi...

Sindrome di Wanderlust

È l’impulso irrefrenabile di viaggiare, esplorare e scoprire posti nuovi per ampliare i propri orizzonti Le persone che hanno una voglia perenne di partire, ch...

News Letters

0
condivisioni