Pubblicità

Bambini e paure, ansie da separazione

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 534 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

I bambini che soffrono di ansia di separazione rischiano più degli altri di andare incontro, durante l'adolescenza o la prima età adulta, ad un disturbo da attacchi di panico con agorafobia (paura di uscire o di trovarsi lontani da casa). È quanto emerge da uno studio condotto su mille ragazzi, età 14 - 24 anni, dai ricercatori del Dipartimento di Psicologia Clinica ed Epidemiologia del Max Planck Institut di Monaco (Germania).L'ansia di separazione è una preoccupazione eccessiva (fino al panico) che il bambino mostra quando deve allontanarsi da casa o dai suoi genitori; può essere una importante causa di rifiuto scolastico.

Nei bambini più piccoli può manifestarsi con malesseri fisici al momento di andare a scuola o timori irrealistici (di essere rapiti o attaccati da mostri o animali) in occasione di separazioni o quando è ora di andare a letto (paura del buio o di dormire da soli). Verso i nove-dieci anni le paure tendono a divenire più realistiche: spesso i bimbi temono che i genitori possano ammalarsi o subire violenze o incidenti mentre loro sono a scuola. In uno studio pubblicato sul Journal of Anxiety Disorders quattro psicologi dell'Università di Tel Aviv hanno sottolineato che la paura della scuola è più frequente nei bambini che hanno una relazione insicura e ansiosa con i loro genitori.

Tratto da "repubblica.it" - prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Sensazione di essere preso in …

  Michele, 75 anni     Gent.mo Dott., sono un musicista (ed ex bancario). Da un po' di tempo mi reco presso un negozio saltuariamente do...

Area Professionale

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Psicologia professione sanitar…

di Catello Parmentola La Legge 3-2018 ha configurato la Psicologia come professione sanitaria ma la questione ha una complessità culturale ed epistemologica ch...

Le parole della Psicologia

Castità

Il termine "Castità" deriva dal latino castus, "casto" - connesso probabilmente al verbo carere, "essere privo (di colpa). Esso indica, nell' accezione comun...

Depressione post-partum (depre…

La depressione post-partum è un disturbo dell’umore che ha inizio entro le prime quattro settimane successive al parto. Se nella maggior parte dei casi la ge...

Schizofasia

Profonda disgregazione del linguaggio che è sostituito da un’accozzaglia di parole o insalata di parole prive di un qualsiasi significato. Questo disturbo ling...

News Letters

0
condivisioni