Pubblicità

Bambini e tv

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 490 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

PSICONLINE® NEWS n.81 - 14.10.2001

I bambini che guardano la tv per circa due ore al giorno raggiungono migliori risultati scolastici. Questo dato, riportato dal londinese Sunday Times, rileva infatti che i bambini in età prescolastica di età compresa tra i due ed i tre anni che guardano quotidianamente la tv per almeno due ore al giorno mostrano risultati migliori del 10% in capacità di lettura, vocabolario e matematica rispetto ai coetanei che non la guardano. La dr.ssa Aletta Houston, docente di psicologia evolutiva presso l'Università del Texas, è l'autrice dello studio: "I bambini potrebbero apprendere molto attraverso questi canali in termini di sviluppo cognitivo e della socializzazione, ma è necessario che i genitori vigilino e scelgano quali programmi far seguire ai propri figli in base alle loro capacità di comprensione… La tv permette ai bambini anche molto piccoli di iniziare a conoscere il mondo e fornisce loro dei primi strumenti cognitivi per adattarsi con successo al contesto socioculturale.. E' chiaro però che i bambini devono guardare programmi che siano alla loro portata, altrimenti la tv diventa per loro solo un fastidioso rumore di fondo privo di interesse…".

L'impatto positivo della televisione sembra declinare con l'età, e già per i bambini di oltre 4 anni il tempo in più passato davanti alla tv non produce un aumento sensibile delle capacità cognitive e delle abilità intellettive misurabili. All'opposto, i bambini che guardano la tv per oltre 16 ore settimanali con programmi non appropriati alla loro età mostrano in confronto una diminuzione di tali capacità. In particolare, i dati riportano che i ragazzi inglesi di età compresa tra i 4 ed i 15 anni guardano la tv in media per un tempo complessivo di circa 18 ore settimanali.

(tratto da: "TV-watching toddlers are more switched on" - Deutsche Presse-Agentur (dpa) -Oct. 2001)

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Gelosia o invidia? (1551968137…

Flow, 24     Buongiorno, ho 24 anni e sono sposato. ...

Problemi con la biologia marin…

JIM87, 32     Buongiorno ho frequentato il corso di laurea magistrale di biologia marina all'Università di Padova e dopo vari problemi con un pro...

Relazione di coppia patologica…

Matilde, 39     Salve, da qualche anno convivo con un uomo che giunti al secondo anno si è trasformato. Inizialmente ero un po' più fredda io for...

Area Professionale

Articolo 8 - il Codice Deontol…

Prosegue con l'articolo 8, anche questa settimana, su Psiconline.it il lavoro di commento al Codice Deontologico degli Psicologi Italiani a cura di Catello Parm...

Articolo 7 - il Codice Deontol…

Proseguiamo su Psiconline.it, settimana dopo settimana, il lavoro di commento al Codice Deontologico degli Psicologi Italiani, a cura di Catello Parmentola e di...

Elementi di Diritto per lo psi…

In questo articolo forniremo dettagliatamente alcuni elementi basilari di diritto per lo psicologo clinico che si trovi chiamato ad operare direttamente nel con...

Le parole della Psicologia

Imago

Termine, introdotto da Jung, che designa il prototipo inconscio elaborato a partire dalle prime relazioni intersoggettive, reali o fantasmatiche, con cui il sog...

Nevrastenia

Termine introdotto dal medico statunitense Beard, nel 1884, per designare un quadro clinico, caratterizzato da stanchezza fisica e mentale, irritabilità, insonn...

Pensiero

I disturbi della forma e i disturbi del contenuto del pensiero Il pensiero è la funzione psichica complessa che permette la valutazione della realt&agra...

News Letters

0
condivisioni