Pubblicità

Bambini più intelligenti se i genitori sono sposati?

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 513 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Che i genitori siano sposati o conviventi fa poca differenza per lo sviluppo intellettuale e mentale dei bambini; quello che semmai conta è l’educazione e la cultura dei genitori; almeno secondo uno studio del British Institute for Fiscal Studies.
Affinché il bambino sia più intelligente i genitori devono essere una coppia, ossia essere insieme a prescindere se sono legalmente sposati o no.

 


Quindi, lo stato civile dei genitori non è motivo d’influenza sullo sviluppo delle facoltà cognitive e sociali e «non vi sono evidenze» che questo possa essere un fattore chiave, ritengono i ricercatori britannici coordinati dalla dottoressa Ellen Greaves, economista presso l’IFS. Quello che invece pare sia significativo è il livello di educazione e cultura dei genitori stessi. I figli di coppie che sono più acculturate, e che seguono i propri bambini, dimostrano un maggiore sviluppo sociale e cognitivo rispetto a quelli che sono meno seguiti e che hanno genitori con una minore cultura.

 

Tratto da: "lastampa.it" - Prosegui nella lettura dell'articolo

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Due mondi diversi [16092338958…

  Morfea23, 21 anni     Da circa 4 mesi sto con un ragazzo totalmente  opposto al mondo in cui da sempre vivo, per situazione famil...

Autostima? [161290462495]

    Buonasera! vi scrivo perche' alla soglia dei 50 anni mi rendo conto di non aver mai portato a termine i molti progetti professionali e pers...

Genitori separati [16127752256…

Lalli, 57 anni     Buongiorno, spiego in breve la mia situazione, sono divorziata e convivo con mio figlio ed il mio compagno da 5 anni, il mio ...

Area Professionale

Il modello Kübler-Ross: le cin…

Nel 1969, Elizabeth Kübler-Ross, lavorando con pazienti terminali, ha ideato un modello in cui venivano presentate le cinque fasi del dolore: diniego, rabbia, c...

Sistema Tessera Sanitaria - No…

ultimi aggiornamenti sull' utilizzo della Tessera Sanitaria per psicologi.   Uno fra tutti è il cambio del termine per la comunicazione online delle sp...

Protocollo CNOP-MIUR, Bandi e …

Brevi considerazioni sul Protocollo CNOP-MIUR per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche e sue implicazioni/intersezioni con il Codice Deontologi...

Le parole della Psicologia

Borderline

“una malinconia terribile aveva invaso tutto il mio essere; tutto destava in me sorpresa e mi rendeva inquieto. mi opprimeva la sensazione che tutto era, ai mie...

Trinatopia

In oculistica, è una rara forma di cecità per il blu e il violetto. E' uno dei quattro tipi di daltonismo più diffusi: Acromatopsia: deficit di visione di t...

Catatonia

La prima descrizione della catatonia risale al 1874, quando lo psichiatra tedesco Karl Kahlbaum, nella sua monografia dal titolo Die Katatonie oder das Spannung...

News Letters

0
condivisioni