Pubblicità

Bibite eccitanti 'rubano' un'ora a notte a bambini italiani

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 291 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Bambini e adolescenti italiani privati in media di un'ora di sonno a notte, per colpa di cattive abitudini tutte moderne. Negli anni i nostri piccoli hanno perso in media un'ora di riposo, soprattutto a causa del consumo di bibite dolci stimolanti a base di caffeina, fin dalla tenera età. A lanciare l'allarme è Claudio Mencacci, direttore del Dipartimento di Psichiatria dell'Ospedale Fatebenefratelli-Oftalmico di Milano, nel corso di un incontro su sonno e umore nel capoluogo lombardo. Un'ora rubata al riposo a queste età puo rivelarsi un fattore importante, una sorta di miccia per le patologie dell'umore, assicura l'esperto. Insomma, i bambini che finiscono per andare a letto tardi, svegliarsi spesso o non dormire a sufficienza, rischiano di pagare cara la mancanza di riposo. A rubare il sonno ai giovanissimi non sono solo le bibite, ma diverse cattive abitudini spesso molto diffuse: come la mancanza di orari nel riposo, l'alimentazione sbagliata, la presenza della tv nella cameretta.

Ma allora cosa fare per difendere il sonno di bambini e adolescenti? E' basilare limitare al massimo il consumo di bevande eccitanti fino agli 11-12 anni - raccomanda - men che mai la sera. Occhio anche a thè e alimenti dagli effetti stimolanti, come la cioccolata, prima di andare a letto.

tratto da Yahoo.it - prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Complesso di inferiorità (1548…

Maria, 24     Sono una ragazza di 24 anni neolaureata, mi sono trasferita a Milano per un master dove attualmente convivo con il mio fidanzato, a...

Tradimento e sofferenza (15486…

Eva, 39     Dopo 12 anni di matrimonio totalizzante e meraviglioso, ho improvvisamente tradito mio marito, una cosa che non avrei mai e poi mai c...

Rimozione o fantasia (1548536…

ELilai, 25     Cercherò di essere concisa. 13 anni fa hanno avuto esordio i miei problemi di disturbi alimentari (tolto un breve periodo di anore...

Area Professionale

Articolo 3 - il Codice Deontol…

Articolo 3 Lo psicologo considera suo dovere accrescere le conoscenze sul comportamento umano ed utilizzarle per promuovere il benessere psicologico dell’indiv...

Articolo 2 - il Codice Deontol…

Proseguiamo il lavoro di commento al Codice Deontologico degli Psicologi Italiani, a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini, con l'articolo 2 Articolo ...

Articolo 1 - Codice Deontologi…

Iniziamo il lungo viaggio fra gli articoli del Codice Deontologico degli Psicologi Italiani con il commento all'articolo 1, a cura di Catello Parmentola e di El...

Le parole della Psicologia

Cervelletto

Il cervelletto è una delle strutture più grandi del sistema nervoso, circa 1/3 dell'intero volume intracranico ed è presente in tutti i vertebrati. Anatomica...

Bulimia

La bulimia è, insieme all’anoressia, uno dei più importanti disturbi del comportamento alimentare. L’etimologia della parola “bulimia” deriva dai termini grec...

Identificazione

L’identificazione è quel processo psicologico, attraverso il quale un individuo assume una o più caratteristiche di un altro soggetto, modificandosi parzialme...

News Letters

0
condivisioni